Week-end record per furti: supermercati e centri commerciali invasi da taccheggiatori

Il primo arresto sabato pomeriggio, l'ultimo domenica sera. La lista è lunga fra il Centro Lame e l'Esselunga, passando per l'IN'S via Saffi e il negozio Calliope di via Ugo Bassi

Furti a raffica nel week-end appena trascorso: ad essere presi di mira dai taccheggiatori sono stati soprattutto i supermercati, ma anche i negozi di abbigliamento non hanno mancato di solleticare il loro interesse. Il primo colpo è stato segnalato all'In's di via Saffi, mezz'ora dopo è toccato al Centro Lame e ancora di mira Esselunga, Calliope, Pam e Leclerc.

AGGREDISCE GUARDA GIURATA ALL'IN'S SAFFI. Il primo arresto alle 16,30 di sabato, al supermercato “IN’S” di via Saffi, dove D.A. (40enne giardiniere di origini romane e residente a Bologna con precedenti di polizia) e la convivente M.S. (26enne della provincia di Pesaro e Urbino con precedenti a carico) avevano rubato generi alimentari per un valore di circa 200 euro. L’uomo, allo scopo di assicurarsi la refurtiva ed agevolare la fuga della complice, non ha esitato ad avventarsi contro la guardia giurata (un 26enne della provincia di Matera) che li aveva scoperti, procurandogli fortunatamente solo lievi lesioni. I Carabinieri lo hanno bloccato mentre era ancora nel supermercato, mentre la compagna è stata intercettata all’altezza di Porta San Felice. Dopo aver recuperato e restituito la refurtiva ai legittimi proprietari, i militari hanno arrestato il 40enne con l’accusa di rapina impropria in concorso, mentre la sua complice è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato.

IL COLPO AL CENTRO LAME. Solo mezz’ora dopo, una pattuglia della Stazione Bologna Corticella è  intervenuta presso il centro commerciale “CENTRO LAME”, arrestando una 52enne marocchina regolarmente residente a Bologna responsabile di un furto al supermercato “IPERCOOP”. La donna (M.K. che annovera precedenti di polizia), dopo aver rimosso le placche antitaccheggio, si era impossessata di svariati capi di abbigliamento (del valore di circa 250 euro) occultandoli all’interno di una sacca e varcando le casse senza pagare. La manovra veniva però notata dal personale addetto alla vigilanza che allertava il 112. I Carabinieri riuscivano prontamente ad intercettare e bloccare la sospettata mentre si trovava ancora nella struttura commerciale, recuperando l’intera refurtiva. Per la donna l’accusa è di tentato furto aggravato.

TUTTI I COLPI DI SABATO. Ma nello stesso pomeriggio, sono stati registrati  e conclusi col recupero della refurtiva e la denuncia in stato di libertà dei responsabili per furto aggravato diversi episodi: alle 13,30, presso il centro commerciale “ESSELUNGA” di via Emilia Ponente, una coppia di coniugi romeni residenti a Bologna aveva rubato prodotti cosmetici, generi alimentari ed alcolici per un valore complessivo di oltre 100 euro alle 17,30, sempre presso lo stesso centro commerciale, una 18enne romena aveva sottratto cosmetici per oltre 120 euro di valore; alle 18,00, presso il supermercato “PAM” di via Marconi, due studenti di 18 e 17 anni avevano rubato generi alimentari per circa 50 euro; alle 18,30, ancora presso il supermercato “ESSELUNGA” di via Emilia Ponente, una coppia di coniugi moldavi residenti a Bologna aveva rubato cosmetici e generi alimentari per circa 140 euro; alle 19,00, presso il negozio “CALLIOPE” di via Ugo Bassi, una 21enne della provincia di Messina, dopo aver rimosso le placche antitaccheggio, aveva sottratto capi di abbigliamento per oltre 140 euro.

NEL MIRINO ANCHE COIN DI VIA RIZZOLI. Il terzo arresto è stato invece operato nel pomeriggio di domenica, 14 ottobre 2012, presso il negozio “COIN” di via Rizzoli, dove una gazzella del Nucleo Radiomobile ha bloccato un pregiudicato albanese (L.L. 38enne senza fissa dimora) che, dopo aver anch’egli rimosso le placche antitaccheggio, ha rubato dei capi di abbigliamento del valore di oltre 400 euro nascondendoli addosso. Recuperata la refurtiva, per il malvivente sono scattate le manette per furto aggravato.

Per finire, in serata, presso il centro commerciale “E.LECLERC” di via Larga, una pattuglia della Stazione Bologna ha tratto in arresto una 32enne italiana (F.S., originaria della provincia di Modena, senza fissa dimora e con precedenti di polizia) che, con analoga tecnica, aveva rubato dal supermercato “Iperconad” vari capi di abbigliamento, profumi e prodotti cosmetici per un valore di circa 250 euro. Anche per lei, dopo aver recuperato la refurtiva, è scattato l’arresto per furto aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento