Furto di fiori dalle tombe: la Lega vuole le telecamere nei cimiteri

La richiesta è di finanziare l'installazione di impianti di telecontrollo contro "vandalismi, borseggi e furti nei cimiteri"

La Lega in Emilia-Romagna chiede telecamere anche ai cimiteri, "contro i ladri di fiori". A portare il tema in Regione, alla vigilia della ricorrenza, è il consigliere Gabriele Delmonte: ha presentato una risoluzione che invita la giunta Bonaccini "ad attivarsi per aumentare la sicurezza nei cimiteri e stroncare la piaga vergognosa dei furti di fiori sulle tombe".

In pratica si chiede di finanziare l'installazione di impianti di telecontrollo contro "vandalismi, borseggi e furti nei cimiteri". "Nella provincia di Reggio Emilia - ad esempio - sono innumerevoli gli episodi segnalati di vandalismi ai danni di sepolture, loculi ed ornamenti, e di furti di fiori, soprattutto in questo periodo dedicato alla commemorazione dei defunti". Di qui l'appello alla Regione. "Se è vero che in questi giorni, con l'avvicinarsi delle ricorrenze di Ognissanti e del giorno dei morti, le forze dell'ordine intensificano i controlli per contrastare ladri di fiori e borseggiatori, nonchè per presidiare le auto dei reggiani parcheggiate nei pressi dei camposanti, è anche vero che questo dispiego di forze non può essere protratto per la durata dell'intero anno - dice il leghista - pertanto, fra le misure idonee a scoraggiare delinquenti e profanatori sarebbe l'installazione di telecamere a circuito chiuso ed, eventualmente, di fototrappole collocate quantomeno nei cimiteri piu' grandi e frequentati dei comuni della provincia reggiana".

Vandalismo al cimitero: "Rubato la foto di mio marito dalla lapide e i disegni della bimba

Ma l'allarme secondo i leghisti non riguarda la sola Reggio. Visto e considerato che "quella dei furti di fiori dalle tombe è, purtroppo, una vergognosa piaga diffusa in tutto il territorio regionale", Delmonte chiede un impegno da parte della giunta "a prevedere nella prossima sessione di bilancio un aumento dello stanziamento dei fondi ai comuni, affinchè provvedano ad installare impianti di videosorveglianza nei cimiteri più esposti a fenomeni criminosi". (dire)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus, la Regione Emilia-Romagna dà tre milioni di mascherine gratis a tutti i cittadini

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

Torna su
BolognaToday è in caricamento