Crepellano, tentato assalto esplosivo al bancomat: feriti tre agenti, due arresti

Tre poliziotti hanno riportato lesioni varie durante un rocambolesco inseguimento per bloccare i malintenzionati

il materiale sequestrato sul posto dalla polizia

Hanno tentato l'assaltato lo sportello bancomat della banca Carisbo di Crespellano, poi si sono dati alla fuga, interrotti dalla polizia, che si è lanciata in un rocambolesco inseguimento. Tre agenti feriti e due arresti. Questo il bilancio finale. 

A.G., 49enne originario del cagliaritano, residente a Bologna, e M.V., 45enne nato e residente a Imola, dovranno rispondere di tentato furto, ricettazione, possesso di materiale esplosivo e tentato omicidio, come richiesto e ottenuto dal PM Augusto Borghini, titolare dell'inchiesta. Ora sono rinchiusi alla Dozza, ma sono in corso altri accertamenti che li ricondurrebbero ad altri colpi, come quello, fallito, alla filiale MPS di via Dagnini del 25 luglio

E' successo nella notte dello scorso 1° agosto. L'operazione è stata condotta dalla sezione anti-rapina della Squadra Mobile della Questura di Bologna. I ladri, già conosciuti alle forze dell'ordine, erano pronti a far saltare in aria il bancomat, ma sono stati sorpresi in flagranza dagli agenti, che li monitoravano da qualche tempo. 

Interrotti durante l'esecuzione del colpo, i ladri, entrambi a volto coperto, si sono dati prontamente alla fuga e i poliziotti si sono lanciati in un lungo inseguimento.

L'OPERAZIONE DELLA SQUADRA MOBILE. I poliziotti appostati hanno visto arrivare M.V. a bordo di una Xara Picasso (di sua proprietà) e salire su una Lancia Delta guidata da A.G., poi risultata riubata. Giunti nei pressi della filiale Carisbo si sono diretti verso lo sportello bancomat e qui gli agenti sono entrati in azione, intimando l'alt, ma i due, risaliti a bordo, hanno iniziato la folle corsa rischiando di investirli causando loro lesioni e una frattura del braccio. 

Durante il serrato inseguimento per le vie di Crespellano, la volante ha speronato la Delta danneggiandola a una ruota, così mentre M.V. ha continuato a piedi ed è stato fermato poco dopo, A.G. ha proseguito in macchina per poi schiantarsi, mettendo fine alla fuga in via Larga. 

PEQUISIZIONI. All'interno delle vetture sono stati rinvenuti 14 “palette”, di cui una già pronta all’uso, inneschi commerciali pirotecnici, 5 kg di polvere pirica “magnesium special piro”, un piede di porco, giraviti e 2 passamontagna. 

All’interno dell’abitazione di A.G. sono state trovate radio trasmittenti, disturbatore di frequenze, materiale per la riproduzione di chiavi e sostanze chimiche per il confezionamento di materiale esplodente, oltre alla refurtiva di un furto in abitazione avvenuto in via Jacopo della Quercia il 24 luglio e la cui vettura Toyota Yaris sottratta in tale circostanza era stata utilizzata per il tentativo di assalto al bancomat Monte dei Paschi di Siena di via Dagnini.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento