Cirenaica, furto e bivacco alle scuole Giordani. Borsari: 'Ignobile'

Sottratti anche dispositivi per studenti disabili. Il Presidente: 'Il quartiere contribuirà al nuovo acquisto'

"Rubare in una scuola e devastarla è già di per sé un atto ignobile, se poi ad essere sottratti sono anche dispositivi che costituiscono per un bambino in grave difficoltà l'unico strumento con cui può comunicare, alla meschinità si aggiunge la barbari". A scriverlo su Facebook è il Presidente del quartiere San Donato - San Vitale Simone Borsari, dopo il furto alle Scuole Giordani di via Musolesi, in Cirenaica, riportato oggi dal Corriere di Bologna e scoperto ieri. 

Tutte le aule sono state messe a soqquadro, probabilmente sono diventati luogo di bivacco durante l'estate, visto che sono stati trovati cicche e bottigliette di bibite.

I ladri, riferisce sempre il Corriere di Bologna, hanno rubato 5 computer portatili e 3 Lim, ma, fatto più grave, sono riusciti a entrare nelle aule di sostegno disabili e hanno portato via un computer portatile con un programma speciale e costoso, utilizzato per un alunno che non parla e non si muove. 

"Solidarietà e la vicinanza a parole però non sono sufficienti - continua Borsari - il Quartiere San Donato-San Vitale contribuirà al riacquisto di questi dispositivi particolarmente sofisticati e costosi. Lo abbiamo già comunicato alla Dirigente scolastica e ci siamo messi a disposizione per collaborare con l'IC 6 per ogni altra necessità". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

Torna su
BolognaToday è in caricamento