Furto allo Shopville Gran Reno: ladra appronta scaltro stratagemma, ma il 'colpo' fa cilecca

Una borsa modificata in maniera 'artigianale' nel tentativo di occultare la refurtiva senza far scattare l'allarme. Ma sorpresa all'opera, malintenzionata è finita nei guai

Una borsa modificata in maniera 'artigianale' nel tentativo di occultare la refurtiva senza far scattare l'allarme. Ma il 'colpo' è riuscito gobbo. Così è finita nei guai una donna che ha tentato di mettere a segno un furto allo “Shopville Gran Reno” .

E' successo nella tarda mattinata di mercoledì, quando i Carabinieri della Stazione di Casalecchio di Reno hanno ricevuto una richiesta di ausilio da parte di un dipendente del centro commerciale che riferiva di avere fermato una donna che sorpreso nel tentativo di allontanarsi dal negozio “Media World” senza pagare un telefono cellulare che aveva sottratto da una vetrina. La refurtiva era stata occultato dentro una borsa modificata internamente mediante dei strati di carta stagnola per uso alimentare.

La donna, 32enne, domiciliata in un campo nomadi di Bologna, è stata arrestata con l’accusa di tentato furto aggravato. Nel 2010 i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna l’avevano arrestata in quanto destinataria di un mandato di cattura internazionale emesso nel 2005 dall’autorità giudiziaria rumena sulla base di una sentenza definitiva di anni due di reclusione per un reato di furto. Q

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento