Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sulla Futa arrivano gli autovelox: "Tre morti e un'estate nera"

Commissione in Città Metropolitana, ora la palla passa alla prefettura

 

Sulla strada provinciale 65 della Futa potrebbero essere installati sei autovelox fissi e altri mobili. Solo negli ultimi mesi,sono morti tre motociclisti, un'estate nera. 

Questa la proposta, illustrata in commissione in Città metropolitana dal consigliere con delega alla Mobilità, Marco Monesi, e da Ursula Montanari del Settore Viabilità. Nel corso dell'udienza conoscitiva richiesta dalla consigliera di Uniti per l'alternativa Marta Evangelisti, Monesi annuncia che  il prossimo step sarà l'ok della prefettura.

Nella relazione saranno indicati i sei tratti in cui si potrebbero installare gli apparecchi individuati dai tecnici di Palazzo Malvezzi e dalla Polizia locale della Città metropolitana, e  si chiederanno anche più controlli di polizia e carabinieri. "Non sempre è la strada il 'killer' - spiega il consigliere - ma spesso sono i comportamenti scorretti da parte di autisti, motociclisti e ciclisti a causare gli incidenti".

Da parte sua, il presidente dell'Osservatorio regionale sulla sicurezza stradale, Mauro Sorbi, sottolinea l'importanza di un monitoraggio completo della velocità che viene tenuta lungo tutta la strada, che costerebbe poco e potrebbe iniziare già da subito.  

D'accordo sull'idea di installare i velox, sia pure in alcuni casi con qualche riserva sulla loro efficacia, anche i rappresentanti delle associazioni e dei comitati presenti. Per loro però sarebbe opportuno installarne molti, oltre anche a dossi e segnaletica rialzata.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento