Aperto uno sportello contro il gioco d'azzardo a Vado di Monzuno

L'ufficio è aperto a tutti

E' stato attivato negli uffici della delegazione comunale di Vado di Monzuno uno sportello contro le ludopatie, rivolto a giocatori patologici e i loro familiari: un progetto sostenuto dai Piani di Zona del Distretto Socio-Sanitario dell’Appennino bolognese, in collaborazione con l’Ausl.

L'ufficio, aperto i primi tre martedì del mese fino a luglio,  riceve giocatori, familiari, conoscenti e persone direttamente coinvolte nel problema del gioco d’azzardo patologico per orientarli e indirizzarli sui servizi disponibili sul territorio, dagli sportelli sociali, che possono fornire un quadro sui possibili strumenti di sostegno economico ai servizi sociali professionali che quando è necessario possono indirizzare a strumenti sanitari più specifici per la cura delle dipendenze. 

"Il tema delle ludopatie è estremamente serio e attuale - spiega Marco Mastacchi, presidente del Distretto Socio-Sanitario dell’Appennino bolognese  - perché comporta delle vere dipendenze patologiche che hanno ripercussioni su chi è colpito e sui suoi familiari. Con questo servizio vogliamo lavorare sulla prevenzione e coinvolgere chi, per motivi di pudore, non ha ancora affrontato il problema. Non c’è nulla di cui vergognarsi, con il sostegno della comunità si può uscire da queste dipendenze prima che sia troppo tardi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

Torna su
BolognaToday è in caricamento