Giro d'Italia: servizio di sicurezza imponente, 600 operatori in campo

Reparti inquadrati, unità cinofile, team di artificieri, unità di pronto intervento in funzione antiterrorismo, Polizia Scientifica e Polizia Stradale

E' davvero imponente il dispositivo di sicurezza disposto dalla Questura per garantire lo svolgimento delle prime tappe del 102° Giro d'Italia. In particolare saranno impiegati nelle tre giornate circa 600 operatori tra Polizia di Stato, 
Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizie Municipali di Bologna, Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Marzabotto, Monzuno, Grizzana Morandi, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione de’ Pepoli e Camugnano, con reparti inquadrati, unità cinofile, team di artificieri, unità di pronto intervento in funzione antiterrorismo, Polizia Scientifica e Polizia Stradale.

Le Forze dell’Ordine garantiranno la bonifica e il presidio dell’intero percorso sia nella prima tappa di sabato della Cronometro individuale che va dal centro cittadino alla Basilica di San Luca che nella seconda tappa di domenica che parte dal centro cittadino per attraversare numerosi comuni della provincia di Bologna e arrivare a Fucecchio, oltre ai servizi di scorta, staffetta e viabilità delle due tappe con l’impiego di 26 motociclisti e diversi equipaggi automontati.

Giro d'Italia, prima tappa a Bologna: tutto quello che c'è da sapere

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Corticella: perde conoscenza sul bus 27, poi gli insulti e le minacce

Torna su
BolognaToday è in caricamento