La vita di 'Igor' in isolamento: legge la bibbia e rifiuta l'ora d'aria

Il killer di Budrio e Portomaggiore passerebbe le sue giornate chiuso dentro la sua cella

Ha molto appetito, legge la bibbia, non esce mai e non ha ancora richiesto telefonate. E' la vita di Norbert 'Igor' Feher dietro le sbarre del carcere di Zuera, secondo quanto riportato dal quotidiano Heraldo de Aragon.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il killer di Budrio e Portomaggiore, catturato in Spagna dopo mesi di latitanza, occupa una cella del reparto di isolamento della casa cirondariale a una ventina di chilometri da Saragozza. Tre pasti al giorno, bagno, la possibilità di affittare una televisione e chiedere libri, Feher però si starebbe negando quasi tutto: fino ad ora non ha chiesto né di fare telefonate né di uscire per le due ore di passeggiata nel cortile del penitenziario. Unica sua richiesta una Bibbia. Al minimo i contatti con altri detenuti e il personale del carcere: la cella di Feher viene perquisita ogni giorno. Nello stesso braccio sono detenute altre 23 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento