Igor, sulle tracce dei fiancheggiatori: il progetto della fuga in Marocco

La polizia spagnola lo aspettava al varco nelle regioni vicino a Malaga dove, con l'aiuto delle reti di trafficanti con il Marocco, avrebbe dovuto uscire dall'Europa. La difesa chiede e ottiene la perizia legale

Una operazione dedicata, dal nome 'Servika', dedicata proprio alla cattura di Norbert Feher, alias 'Igor il russo'. La polizia spagnola era allertata e sulle tracce del latitante serbo, ricercato in Italia anche per l'assassinio di Davide Fabbri, a Budrio. A riportarlo è il giornale digitale El Espanol.

Gli inqurenti iberici sapevano del possibile arrivo di Feher in Spagna dal settembre scorso: in contatto con una banda di trafficanti e falsari in attività tra i confini marocchino e spagnolo, il 41enne ricercato dalle polizia di mezza Europa, avrebbe dovuto espatriare definitivamente sfruttando proprio le connessioni con  le bande locali, guidate da un belga di origini marocchine. 'Igor', ormai ricercato da troppi ordini di cattura, avrebbe dovuto esfiltrare nel Maghreb con l'aiuto di alcuni documenti falsi.

Una operazione però che non diede i suoi frutti: Feher, forse per rimandere lontano da un luogo 'sensibile' come l'Andalusia -dove era attivamente ricercato- o forse perché lasciato solo all'improvviso, è stato fermato quasi per caso a centinaia di chilometri di distanza, un aspetto ora al vaglio degli inquirenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, secondo quanto riporta il Corriere di Bologna, la difesa spagnola di Feher ha chiesto e ottenuto la perizia psichiatrica per il 36enne, attualmente detenuto nel carcere di Zuera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento