Igor, il compagno di cella: "Non temeva il freddo, soglia del dolore altissima"

Il racconto contenuto in una intervista rilasciata a Libero: "Sembrava un militare: si svegliava presto e faceva la sua branda in modo perfetto"

Si parla ancora di Igor Vaclavic, alias Norbert Feher, che resta ancora latitante dopo gli omicidi di Davide Fabbri e di Valerio Verri. Fra le ultime dichiarazioni (rilasciate in un'intervista pubblicata su "Libero Quotidiano") quelle del'ex compagno di cella, un uomo che con il "lupo solitario" ha diviso ben sette mesi di prigione e lo stesso letto a castello. 

Intervistato dalla testata diretta da Vittorio Feltri, l'uomo racconta: "Era un tipo molto introverso e soprattutto sempre in allerta. Si sedeva a gambe incrociate e guardava sempre con un occhio in direzione della porta. Era come se dovesse controllare che non succedesse qualcosa. Sembrava un militare: si svegliava presto e faceva la sua branda in modo perfetto, piegava le coperte in modo preciso...”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A dicembre, nonostante il freddo pazzesco - continua durante l'intervista - lui scendeva in cortile in canottiera. Non so proprio come facesse. Era abituato alle basse temperature. Era un toro, mai una malattia, mai una medicina. Una cosa che mi ha colpito è il suo livello di sopportazione del dolore. Veniva dal dentista con me e si faceva togliere i denti senza anestesia. Non so perché, e soprattutto non so come riusciva a sopportare tanto male”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento