Nuovi residenti in città: soprattutto italiani, ma c'è anche chi emigra

Secondo l'Ufficio di Statistica del Comune, negli ultimi cinque anni sono immigrate in città 74.289 persone. Ma c'è anche chi da Bologna se ne va

Su dieci nuovi residenti a Bologna, sei sono italiani. Lo dice lo studio dell'Ufficio di Statistica del Comune che ha analizzato i flussi migratori degli ultimi cinque anni (2012-2016). 

NUOVI RESIDENTI. Negli ultimi 5 anni sono immigrate in città 74.289 persone: il 50,4% sono maschi, il 49,6% donne. Il 72,3 dei nuovi cittadini è celibe o nubile, 3 su 10 sono laureati. Il flusso di immigrati in città è arrivato in primo luogo dall'Emilia-Romagna (36,1%) e in particolare dall'area metropolitana bolognese. Il 23,3% dei nuovi residenti immigra dal Sud (soprattutto da Puglia, Campania e Calabria) e dalle isole (Sicilia in testa).

Sul podio delle province di provenienza dei nuovi bolognesi ci sono Napoli (2.074 cittadini), Modena (1.692) e Ferrara (1.465). Un quarto dei migranti proviene invece dall'estero (24,8%): si tratta principalmente di stranieri che negli ultimi cinque anni rappresentano quasi il 93% degli immigrati da oltre confine. In particolare nel 2016 sono immigrate complessivamente 14.763 persone, in crescita dell'8.4% rispetto all'anno precedente. Oltre un quarto di questi proviene dall'area metropolitana bolognese (3.781, pari al 25,6%). In complesso nel 2016 sono arrivati in città 5.201 emiliano-romagnoli. 

Per quanto riguarda gli stranieri, il flusso è ancora rilevante ma è in graduale diminuzione: dai 6.782 nuovi cittadini stranieri del 2012 si è arrivati ai 4.942 del 2016. In tutto nel quinquennio analizzato sono 27.775 gli immigrati stranieri in città. Bologna spesso non è la prima tappa del percorso migratorio degli stranieri che quando arrivano sotto le Due Torri, nel 38,4% dei casi, dal 2012 in poi, hanno già risieduto nella penisola e possiedono un regolare titolo di soggiorno. Inoltre nel quinquennio 2012-2016 circa 17.100 cittadini stranieri (61,6%) sono arrivati in città direttamente dal loro paese d'origine e già in possesso dei requisiti per ottenere la residenza.

Le cittadinanze più rappresentate tra i residenti in città sono la Romania (4.585 immigrati negli ultimi cinque anni), il Pakistan (2.503), il Marocco (2.079), la Cina (1.947) e il Bangladesh (1.752). 

Ma c'è anche chi da Bologna se ne va. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento