Incendio in officina, vanno a fuoco venti auto: paura per bombole gas

Distrutto l'edificio. L'intervento dei vigili del fuoco ha richiesto diverse ore

Grosso incendio nel tardo pomeriggio di ieri a Castel di Casio, nell'Appennino bolognese. Una intera autofficina con una ventina di auto è andata bruciata. Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri, per stabilire le cause dell'incendio: da un primo riscontro si tratterebbe di un incendio partito accidentalmente. L'intervento dei vigili del fuoco, arrivati sul posto in forze, ha richiesto diverse ore di lavoro.

Lo stabile che ospitava l'impresa è andato completamente bruciato, mentre è seriamente danneggiato un deposito di materiali edili adiacente. Paura anche per alcune bombole di acetilene (gas utilizzato per le operazioni di saldatura, ndr) e per altre bombole di Gpl, alloggiate in diverse vetture bruciate. Sul posto anche una squadra di tecnici Enel per verificare lo stato degli impianti elettrici nelle adiacenze. Leggermente ferito il titolare dell'officina, un 50enne, che con un estintore ha tentato invano di spegnere le fiamme nei primi momenti dello scoppio del rogo. Se la caverà con sette giorni di prognosi. 

Incendio a Castel di Casio, fiamme devastano autofficina, le immagini | VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento