Via Gandusio: mosso da raptus di gelosia, incendia casa della fidanzata

Dietro la minaccia di bruciarsi vivo insieme a lei ha devastato l'appartamento: così è andata realmente, mentre sulle prime il rogo era stato denunciato come accidentale dalla stessa vittima, per paura di ritorsioni da parte del compagno

Via Giandusio

Ha cosparso la fidanzata di benzina e dato fuoco al suo appartamento minacciando: 'moriremo tutti', sull'onda di un raptus di gelosia. E' accaduto in via Gandusio, lo scorso  9 dicembre. Ad andare in escandescenza fu un dominicano di 23 anni. L'appartamento andò gravemente danneggiato e i condomini dello stabile dovettero evacuare. Ma nella circostanza il rogo venne denunciato - dalla stessa vittima, anch'ella dominicana, 23 anni -  come accidentale.

La giovane infatti - per paura - aveva raccontato alla polizia di aver ella stessa causato l'incendio facendo accidentalmente cadere della benzina su una candela accesa. La sua versione non convinse e il Pm, che avviò delle ulteriori indagini. Così si è appurato si trattasse di un incendio doloso. Confermato inseguito dalla donna, che avrebbe ammesso come erano davvero andate le cose, spiegando di avere mentito non per difendere il connazionale, ma per paura di ritorsioni. A fine maggio la ragazza ha infatti subito una nuova aggressione da parte dell'ex fidanzato che, insieme a un'altra donna, l'ha presa a pugni e bottigliate nei pressi di un bar, fratturandole il setto nasale.

L'autore del fatto è ora gravato da un'ordinanza di custodia cautelare con le accuse di incendio, minacce aggravate e lesioni gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento