Incidente ad Argelato: morto dopo giorni di agonia

Non ce la ha fatta il 29enne vittima di uno scontro su via Canaletta. Sullo stesso tratto un altro schianto mortale

E' morto dopo sei giorni di ricovero in gravi condizioni Antonio Scianguetta, 29 anni, vittima il 31 luglio scorso di un incidente ad Argelato. Scianguetta, operaio originario della bassa modenese ma da tempo residente a Castel Maggiore, stava percorrendo via canaletta quando la sua moto è andata a impatto con una Audi che sopraggiungeva in corrispondenza di un incrocio. Sul posto fu prelevato dall'elisoccorso e portato in ospedale, dove in un primo momento era stato escluso il pericolo di vita. Durante la degenze però le sue condizioni si sono di nuovo aggravate, fino alla morte, sopraggiunta nella giornata di lunedì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La salma ora è a disposizione della medicina legale per gi accertamenti di rito. Scianguetta lascia una figlia, la sorella e i genitori. Appresa la notizia della morte, in tanti si sono affrettati a salutare il loro amico e conoscente sul suo profilo social. Lo stesso tratto si strada è stato lo scenario di un altro incidente mortale, accaduto un paio di settimane prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento