Non si fermano all'alt, fuggono e causano incidente: ferita una donna

Il tutto è iniziato dopo che il sistema di telecamere presenta aveva indicato che il mezzo era senza assicurazione. Dentro l'auto attrezzi da scasso e refurtiva. Un 19enne arrestato dalla polizia locale Reno-Galliera

Un lungo inseguimento della Polizia locale di Reno-Galliera, durato quasi 10 km, al termine del quale una donna di 51 anni è rimasta ferita inseguito all'incidente causato dai fuggitivi.

Tutto è successo l'altra sera, lungo le strade di Funo e Castel Maggiore, dove alla fine un 19enne con parecchi precedenti è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Dentro l'auto poi sono stati rinvenuti attrezzi da scasso, contanti e merce probabilmente rubata.

La dinamica

Erano le 19:15 circa quando una pattuglia in servizio cerca di fermare una Seat Leon grigia, priva della copertura assicurativa, controllata da remoto con le telecamere. L'auto però non si è fermata all’alt, ed è partito l'inseguimento, interrotto più volte dal tentativo del conducente della Seat di 'seminare' gli agenti, fermandosi e ripartendo quando questi erano scesi dal veicolo per controllarli. 

E' così ricominciato l’inseguimento: prima sulla Trasversale di Pianura, poi, dopo che il fuggitivo aveva invertito la marcia, nuovamente sulla via Galliera nel centro dell’abitato di Funo e ancora a Castel Maggiore.

Mentre una seconda pattuglia della Polizia Locale Reno Galliera si avvicinava per cercare di bloccare l’auto in fuga, la Seat, sempre inseguita, ha imboccava contromano la rotatoria Gramsci – Matteotti, in centro a Castel Maggiore, per dirigersi sulla via Matteotti verso la Provinciale Saliceto, che corre, a est, parallela alla via Galliera. Giunto però a una rotonda, l'auto dei fuggiaschi è finita in testacoda, andando a scontrarsi con una Ford Mondeo.

L'incidente

Violento lo schianto, senza però conseguenze gravi per i passeggeri: la conducente della Ford, una donna di 51 anni, è stata ricoverata e poi dimessa con una prognosi di 7 giorni mentre il fuggitivo ha rifiutato le cure per sé e per il passeggero, minorenne, suo parente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il conducente della Seat, risultato essere cittadino bosniaco nato in Italia, di soli 19 anni ma con un dossier a suo carico di tutto rilievo, avendo collezionato condanne per violenza, rapina e una accusa di tentato omicidio. A bordo del suo veicolo, inoltre, sono stati recuperati attrezzi per effrazione, un passamontagna nero, oltre a 490 Euro e un’autoradio di cui l’uomo non è stato in grado di dimostrare la provenienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento