Incidente in A13, un paese in lutto per la famiglia. Sotto shock gli autisti coinvolti

Il sindaco di Schio ha parlato di lutto cittadino, mentre si fa sempre più chiarezza sulla dinamica dell'incidente avvenuto nella notte fra venerdì e sabato all'altezza di Bentivoglio

Daniele, Anna e la piccola Diletta erano una bellissima famiglia in viaggio verso casa dopo una giornata trascorsa al festival del fumetto di Lucca. E' stato un fatale incidente sulla A13 a spezzare le loro vite mentre rincasavano sul loro camper e lo shock per la tragedia ha sconvolto tutta la comunità di Schio, di cui erano originari. Il sindaco Valter Orsi ha parlato di un giorno tristissimo: "Ci stringiamo attorno alle famiglie, che erano molto conosciute e stimate in città. Non ci sono parole, non ci rimane che stringerci attorno a questi nostri cittadini colpiti con un lutto terribile".

Non è escluso che nel giorno dei funerali, come scrive Vicenza Today, possa essere proclamato il lutto cittadino, ma al momento il sindaco Orsi spiega di "non poter anticipare nulla. Ho intenzione di parlare con i familiari prima di prendere qualsiasi decisione". Lo stesso sindaco ha assicurato che ai congiunti della famiglia "daremo tutto il nostro appoggio possibile, anche mettendo a disposizione i nostri psicologi e altre figure professionali simili".

Le vittime dell'incidente di ieri sono Daniele Minati, papà di 32 anni, Anna Pieropan, mamma di 29 e la figlia Diletta Minati di soli 5 mesi: viaggiavano a bordo di un camper quando sono stati tamponati da una Ford Fiesta guidata da un 19enne di origini campane e poi travolte da un pullman. I genitori sono morti sul colpo, mentre la piccola di 5 mesi è spirata dopo i tentativi di rianimazione del 118. 

La scena dell'incidente: il VIDEO della Polizia

I conducenti dei due veicoli che hanno tamponato il camper (utilitaria e pullman) sono indagati per omicidio stradale e dalle ultime notizie pare che nessuno dei due sia positivo ai test alcolemici e tossicologici. Alla guida dell'utilitaria, una Ford Fiesta, c'era un 19enne di Napoli neopatentato (ha conseguito la patente a maggio 2019), mentre il conducente del pullman è un 53enne originario della ex Jugoslavia e residente in Italia, entrambi sconvolti per l'accaduto. La Polizia Stradale di Altedo controllerà anche i tabulati del telefonino del 19enne per capire se al momento dello schianto lo stava utilizzando. 

Alle parole del sindaco di Schio, si unisce inoltre il pensiero di Paolo Garbin, sindaco di Sovizzo, paese natale di Daniele Minati, diffuse attraverso i social. "Non ci sono parole per esprimere ciò che sto provando in questo momento. A Gianni Minati ed Angelina Canova, papà e mamma di Daniele...un grande abbraccio che vuole essere l'abbraccio di tutti i Sovizzesi in questo giorno di lutto che ci lascia attoniti e sgomenti. Ciao Daniele, ciao Anna, ciao Diletta da lassù vegliate su Gianni ed Angelina, confortateli in questo immenso dolore e confortate anche la famiglia di Anna. Che tutti, famigliari ed amici riescano a trovare un pò di conforto. La perdita di un figlio è la tragedia più grande che possa colpire la vita di una persona. Un dolore, una ferita dalla quale difficilmente ci si rialza per guardare avanti. Solo la nostra Fede ci può aiutare, solo l'aiuto del Buon Dio ci consentirà di proseguire la nostra vita".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento