Odissea Intercity Bologna-Taranto: passeggeri bloccati per ore al freddo

Il ghiaccio ha arenato il convoglio, tentativi di soccorso falliti a più riprese. Le lamentele dei passeggeri in rete: "c'é 4 volte il n. delle persone, aiuto". Sommerse le bacheche Facebook dei politici

Maltempo causa di incidenti mortali nel bolognese, di disagi alla viabilità urbana ed extraurbana. In testa le difficoltà per chi viaggiava in treno: molte le corse in ritardo o soppresse. Ma una vera e propria odissea è stata per chi si trovava a bordo dell'Intercity 615 Bologna-Taranto: fermo quasi 6 ore a causa di guasto nella campagna tra Forlì e Cesena.


La Protezione civile ha fatto sapere che due tentativi di soccorso via ferrovia sarebbero falliti a causa del ghiaccio. Pertanto, in collaborazione con le Fs, è stato predisposto un piano alternativo con pullman che dovrebbero recuperare i circa ben 600 passeggeri.

AGGIORNAMENTI. Viste le difficiltà nei soccorsi e nella circolazione, infine, il treno è stato fatto ripartire in direzione di Forlì, quindi in direzione opposta a quella che avrebbe dovuto tenere. Così ha comunicato il responsabile della Protezione civile dell'Emilia Romagna.

LAMENTELE DAI PASSEGGERI. "Qui è il delirio c'é gente seduta per terra da 4 ore. Il treno ha raccolto i pendolari e c'é 4 volte il n. delle persone, aiuto". E ancora "Ci hanno abbandonati qui senz'acqua e un panino ce lo hanno fatto pagare 4 euro". Così via twitter i passeggeri hanno iniziato a lanciare messaggi di dissenso e preoccupazione. Lamentando il sovraffollamento, il gelo a bordo dovuto ad un guasto al riscaldamento, nonchè la mancanza di luce che andrebbe ad intermittenza.
In effetti sull'Intercity viaggiavano circa 600 passeggeri perché sarebbe stato uno dei pochi treni a partire dal capoluogo emiliano verso la Romagna.

CITTADINI INFURIATI VIA SOCIAL NETWORK. Ma le lamentele via social network non si limitano a quest'episodio. Si susseguono messaggi indirizzati ai politici e alle presunte manchevolezze nel condurre situazioni di allerta come quella odierna. "Caro sindaco ti scrivo, mi lamento e ti dico. E lo faccio attraverso Facebook o Twitter, così magari mi rispondi al volo". Così via Facebook o Twitt proliferano le segnalazioni ai politici sugli spazzaneve o il sale che mancano in questa o quella via, e le difficoltà da città imbiancate. La bacheca del sindaco Merola e degli assessori si sono riempite di post di cittadini che alternano critiche a complimenti per una città pulita o ancora troppa sporca di neve. Ogni tanto una risposta delle istituzioni, sommersa però dal valzer dei pro e contro. E l'emergenza maltempo non è ancora terminata, nonostante la neve abbia smesso di cadere sul capoluogo felsineo.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento