Tensione all'Interporto, cariche e feriti durante protesta dei facchini

Diversi feriti e un arresto al terzo giorno di proteste per un cambio di appalto che mette a rischio i posti per gli operai

Foto Sicobas

Cariche, arresti e feriti ieri pomeriggio all'Interporto di Bologna, dove una protesta con picchetto di alcuni facchini della logistica del sindacato Sicobas è stata più volte sgomberata da Polizia e Carabinieri. Non sono mancati i momenti di tensione: il bilancio finale è di una decina di feriti tra i manifestanti, assieme a due Carabinieri. Durante lo sgombero dei picchetti un 24enne cittadino italiano è stato anche arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L'intervento delle forze dell'ordine è arrivato al terzo giorno di una protesta che vede al centro una ventina di facchini, impiegati in appalto in uno dei magazzini di Logesta, multinazionale spagnola che movimenta i tabacchi italiani, tra cui anche quelli di una nota azienda con uno stabilimento nel bolognese. Afferenti al sindacato di base Si Cobas, gli operai hanno bloccato in più momenti i Tir in transito dai cancelli dell'hub bolognese dell'azienda, fino all'intervento delle forze dell'ordine.

Secondo il sindacato di base, impegnato nel settore della logistica da anni, sono circa 50 i posti a rischio con il cambio di appalto, tra non riassunzioni e demansionamenti. I motivi del ridimensionamento sarebbero da ricercare in un calo dei flussi di merce, a causa di alcune delocalizzazioni, giustificazione respinta dal sindacato di base e sfociata nella protesta dei giorni scorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Coronavirus, gli studiosi Unibo: "Potrebbe arrivare dal pangolino, trovati possibili farmaci"

Torna su
BolognaToday è in caricamento