Sondaggio, 13enni bolognesi: in tanti non fanno sport, musica e non vanno al museo

Sono stati fotografati dall'Istituto Cattaneo: 1.200 studenti di terza media di 11 scuole della città e le loro famiglie hanno risposto a 140 domande

In tanti non visitano un museo, non fanno sport e non suonano uno strumento. Sono questi i 13enni bolognesi fotografati dall'Istituto Cattaneo che hanno risposto a un questionario.

1.200 studenti di terza media di 11 scuole della città e le loro famiglie davanti a 140 domande, che indagano sia sul reddito e sul lavoro dei genitori e l'ambiente in cui vivono gli adolescenti.

"Il risultato più sorprendente, in una città come Bologna- sottolinea Andrea Gentili, ricercatore del Cattaneo- è che il 32% dei ragazzi non visita un museo nell'arco dell'anno al di fuori dagli obblighi scolastici". Inoltre, l'80% non fa musica e il 20% non fa sport se non a scuola. E "l'abbandono scolastico è piu' alto in alcune zone della città rispetto ad altre". Il 13% delle famiglie coinvolte sono straniere e il 9% sono miste.

Il 92% dei padri italiani ha un'occupazione, mentre il 36% degli stranieri non risponde alla domanda. Per quanto riguarda le madri, invece, quelle italiane hanno un tasso di disoccupazione triplo rispetto agli uomini (9,5%), mentre le migranti si dividono in tre fasce: il 52,7% lavora ("Ma spesso sono madri sole con figli- sottolinea Gentili- quindi in situazione comunque di fragilita' economica"), il 20,5% è disoccupata e il 25% non risponde alla domanda. Tra gli occupati, però, risulta maggiore il monte ore lavorate per gli autoctoni rispetto agli stranieri.

"C'è una correlazione forte tra il livello di istruzione dei genitori e le performance dei ragazzi- afferma il ricercatore del Cattaneo- e abbiamo notato una correlazione tra il livello di reddito in particolare dei padri e i risultati scolastici dei figli". I più benestanti avrebbero un miglior rendimento scolastico. 

cattaneo-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • In compenso tutti ( o quasi ) tengono il faccino incollato allo smartphone per 20 ore al giorno. Per fortuna ai miei tempi ( sono un ragazzo degli anni '80 ) sapevamo come divertirci anche senza quegli aggeggi.

  • Avatar anonimo di danila
    danila

    Peccato, ci sono tante opportunità e iniziative gratuite, ma se i figli sono così è x' i genitori non hanno voglia (il tempo si trova e si vuole) e preferiscono passare il tempo su whatsapp

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Europee, oggi si vota: urne aperte fino alle 23

  • Cronaca

    Droga, inseguimento in via Indipendenza: pusher bloccato dalla Polizia

  • Cronaca

    Strabologna "bagnata" da 22 mila presenze: Piazza Maggiore abbraccia la corsa

  • Elezioni

    Elezioni, oggi al voto 46 comuni nella provincia di Bologna

I più letti della settimana

  • Incidente in A14: schianto tra camion, tratto chiuso e traffico bloccato per ore

  • Incidente a Castenaso: bambino investito sulle strisce in via Nasica

  • Il Giro d'Italia torna nel bolognese: le modifiche alla viabilità

  • Centro blindato per il comizio di Forza Nuova: scontri in via Archigìnnasio

  • Incidente a Pianoro: schianto tra auto sulla Fondovalle

  • Elezioni europee 2019: quando il voto è valido o nullo

Torna su
BolognaToday è in caricamento