Via Zamboni, il 'Kinki' straripa di gente: sospesa licenza, stop alla musica

Sovraffollato: quasi il triplo delle persone consentite erano stipate all'interno dello storico locale della zona Universitaria che così dovrà chiudere i battenti per 10 giorni

Via Zamboni, in zona 'Kinki'

Sovraffollato, anzi straripante: quasi il triplo delle persone consentite erano stipate all'interno del 'Kinki', lo storico locale di via Zamboni, in piena zona Universitaria, che ora dovrà chiudere i battenti per 10 giorni.

Licenza sospesa, ha deciso il Questore, Vincenzo Stingone, dopo che un controllo al locale - effettuato sabato 12 novembre dalla polizia amministrativa - ha colto la discoteca in fallo. Certificati di agibilità della discoteca prevedono un limite massimo di 200 persone, ma quella sera gli agenti hanno contato 520 clienti.
Il titolare, un bolognese di 45 anni, ha presentato alla questura una memoria difensiva, che non ha però convinto gli investigatori. Il provvedimento, in base all'articolo 100 del Tulps, è scattato per tutelare l'incolumità degli avventori.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Il centro di Bologna diventa il set di "Diabolik": cambia la viabilità

  • Indagine sugli adolescenti bolognesi: l'80% ama la città, ma emergono aspetti 'preoccupanti'

  • Lutto nel mondo della moda, morta Giorgia Mattioli

  • I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Incidente a San Lazzaro: centauro ferito, caccia all'auto pirata

Torna su
BolognaToday è in caricamento