Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La Perla, sospesi i licenziamenti per le 126 lavoratrici

Oggi l'incontro al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma

 

Procedura di mobilità sospesa per tutto agosto fino al prossimo incontro al ministero dello Sviluppo economico, annuncia un tweet della Filctem-Cgil nazionale: la lotta delle lavoratrici de La Perla di Bologna segna dunque un punto. Dal vertice romano di oggi, lo sforzo per evitare i licenziamenti ottiene piu' tempo per cercare soluzioni. La procedura è appunto sospesa per agosto e questo significa che il timing degli esuberi quantomeno si allunga.

Un risultato parziale, non esaustivo, ma che almeno fino del mese di settembre mette in sicurezza le lavoratrici del gruppo 'La Perla', in attesa di conoscere nel merito il nuovo piano industriale da parte del 'management' aziendale". Così Daniela Piras,segretaria nazionale della Uiltec, commenta l'esito dell'incontro tra i sindacati e la direzione del gruppo industriale, terminato nel pomeriggio al dicastero dello Sviluppo economico.

"E' stata sospesa la procedura di licenziamento- conferma Piras- fino al prossimo incontro che verra' nella settimana dal 9 al 13 settembre. In quello stesso periodo l'azienda in questione studierà un piano industriale di rilancio per il gruppo medesimo. Nel tempo che ci separa da questa scadenza metteremo in campo ogni azione per scongiurare i licenziamenti che colpiscono le tante figure strutturali addette alla vita produttiva dell'azienda. Il costo del lavoro non si contiene privando l'azienda delle figure professionali maggiormente specializzate. Serve un concreto piano industriale di rilancio  per tutelare la forza di penetrazione del 'made in Italy" e l'avviamento del marchio in questione. Non possiamo credere che la proprieta' voglia togliere dal mercato una realta' troppo competitiva per sopprimerla anziche' salvarla, Ora attendiamo dalla controparte un piano industriale degno di questo nome", conclude. 

"Oggi ho partecipato al tavolo al ministero dello Sviluppo Economico per la crisi de La Perla. Il tavolo, grazie prima di tutto all'impegno unitario di tutte le istituzioni e alla lotta forte e determinata delle lavoratrici e dei lavoratori dell'azienda, si e' concluso con un primo risultato: La Perla ha accettato di sospendere la procedura di mobilita' e si e' riaperto un confronto con le organizzazioni sindacali. È fondamentale che tutte le istituzioni proseguano una forte iniziativa per difendere i posti di lavoro e un marchio di grandissimo valore per il Paese. Difendere ora l'occupazione di qualita' che c'e' a Bologna e' anche la prima condizione per mantenere in Italia una realta' produttiva di questo valore". Cosi' Andrea De Maria, della Presidenza del Pd alla Camera, dopo aver seguito al Mise i lavori del tavolo di crisi sulla vertenza La Perla. (Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento