Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spari durante tentato furto, un morto a Bazzano: "In questa zona i 'colpi' sono tornati frequenti" | VIDEO

Le voci di commercianti e imprenditori nei dintorni della zona artigianale scenario del delitto. Il barista: "Ormai qui solo chi ha assicurazione fa denuncia"

 

"Qua la sicurezza nella zona è peggiorata". Ne è convinto Giuseppe Grandi, titolare del Fashion café di via Cassola, lingua di asfalto che collega la Bazzanese con Monteveglio.

Grandi è stato svegliato questa notte, praticamente in concomitanza con lo sparo che ha causato in concomitanza la morte di un ladro con un colpo di pistola mentre questi tentata un furto nella villa di fronte al caseificio Valsamoggia, territorio di Bazzano.

Il barista, come diversi altri esercenti, è stato messo in allarme per una batteria di ladri, che questa notte avrebbe scorrazzato nella zona artigianale nei dintorni della villa. Spetterà ai Carabinieri, stabilire se e come si possa trattare delle stesse persone, ma l'allarme rimane alto. Nel frattempo l'indagine è in capo alla Procura.

Bazzano, uomo ucciso durante tentato furto in casa | VIDEO

"Sabato scorso eravamo a mangiare a Vignola, siam dovuti correre via perché ci avevano detto che dei lari stavano girando attorno alla zona". Giuseppe no è il solo che lamenta una recrudescenza dei furti in case e imprese, atività che non denuncerebbero più, secondo Grandi "perché solo chi è assicurato fa denuncia" anche se "io lo faccio sempre perché almeno i carabinieri sanno in che zona cercare".

A parlare sono anche due imprenditori, che vogliono rimanere anonimi. "Da me sono entrati la stessa notte e le telecamere li hanno ripresi" commenta, aggiungendo che i filmati ora sono al vaglio dei Carabinieri. "Li conoscevamo, sono nostri vicini, e lei viene a lavorare qui" è il commento di un altro imprenditore della zona, che però aggiunge: "Sì, ho sentito di altri furti, ma personalmente nella nostra azienda sono anni che non vengono".

Alle proteste dei cittadini si aggiunge anche quella vibrante del sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno, che in un duro post sui social sferza: "Dovevano arrivare più militari. Zero in più ne sono arrivati. Dovevano arrivare risorse. Zero in più ne sono arrivate". E poi ancora: "Basta prendere in giro le comunità".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento