Lavoratori della Fiera in protesta: "Precari da 20 anni, mentre la fiera va a gonfie vele"

Oggi un incontro in cui i sindacati spiegano cosa sta accadendo. Una lavoratrice 37enne racconta la sua storia: "E' proprio un progetto di precarizzazione. E chi alza la testa subisce spesso ripercussioni"

Sono i "precari storici" di BolognaFiere e oggi si sono incontrati chiedendo la presenza della stampa, per raccontare a che punto sono: per molti di loro si arrivano a contare vent'anni di precariato, con contratti a tempo determinato rinovvati più e più volte, ma mai diventati stabili nonostante gli affari, come dicono, "per la fiera di Bologna stanno andando bene con bilanci sempre positivi"

Una storia per tutte, quella di Donia, 37 anni, da due decadi lavoratrice "determinata" per Bologna Fiere: "Un lavoro che era cominciato durante l'università, poi mantenuto anche dopo la laurea in Scienze Politiche visto lo scenario che il mondo del lavoro mi offriva, già allora era piuttosto desolante. E così sono passati tutti questi anni, lavorando per il controllo e viabilità pre e post fiere».

«Siamo un esercito di precari coordinati dai pochi dipendenti dell'ente, che nel tempo non ha sostituito i pensionamenti ed è quindi sotto organico: questo implica che qualsiasi sia la dimensione della fiera in corso, noi siamo chiamati a lavorare: per intenderci, saremo 90 per il Cersaie, ma comunque 20 per Marca...e quelli che hanno protestato spesso non sono stati chiamati e hanno quindi subito delle rivendicazioni ingiuste. Con la nostra esperienza crediamo di apportare prestazioni lavorative qualitativamente alte ed è giusto che questo ci venga riconosciuto». Un agire discrimintorio, secondo i sindacati, riunitisi insieme all’avvocato Francesco Moschella questa mattina in via Zampieri. 

«Nonostante siano diversi i soggetti istituzionali che si stanno attivando su tale vicenda, Ministero del Lavoro, consiglieri comunali e regionali, il polverone alzato da BolognaFiere e da chi ne sostiene le politiche di attacco alle condizioni dei lavoratori, sia nel sindacato che nelle istituzioni, ha impedito ai più, una conoscenza reale dei fatti» spiegano dal Sindacato Generale di Base. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

Torna su
BolognaToday è in caricamento