Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sistema accoglienza a rischio, operatori hub: "Lavoro dà dignità"\VIDEO

In Città Metropolitana il tavolo tra Comune, sindacati e cooperative. A Bologna e provincia un centinaio i lavoratori a rischio

 

Dopo la chiusura dell'hub di via Mattei, le persone rimaste senza lavoro sono una cinquantina: 35 operatori e 17 tra addetti ai pasti e alle pulizie. Numeri che però sono soltanto la punta dell'iceberg: a Bologna e provincia, in tutto, ci sono infatti almeno 100 lavoratori del sistema accoglienza a rischio.

Il tema è molto chiaro in Città Metropolitana, dove stamattina c'è stato il primo tavolo  tra Comune, sindacati e cooperative. "La nostra priorità è garantire un sostegno al reddito attraverso gli ammortizzatori sociali - afferma l'assessore Marco Lombardo - e garantire la continuità occupazionale, dando attuazione alla clausola sociale prevista dal nuovo bando della Prefettura col dovere di riassorbimento degli operatori".

Qualche ex operatore dell'hub pare abbia già ricevuto proposte di lavoro dalle coop, ma su altri settori. "Sappiamo che qualche coop si sta muovendo per ricollocare i suoi lavoratori", spiega ad esempio la ex lavoratrice hub Margherita Buoncompagni, relazionando ai colleghi sull'incontro di questa mattina con gli assessori Lombardo e Giuliano Barigazzi (welfare). Ma Carla Ferrero, numero due del consorzio Arcolaio che gestiva il centro, e' cauta: "Siamo cooperative che non sono nate sull'accoglienza- fa notare- se ci saranno proposte saranno i primi, ma nessuno di noi ha sul tavolo la possibilità di ricollocare tutti i lavoratori".

L'altra strada è la clausola sociale, ma allo stato attuale nessuno ha notizie fresche sui tempi di riapertura del centro. "Abbiamo letto le dichiarazioni del prefetto sulla riapertura dell'hub di via Mattei dopo l'estate - ricorda Lombardo - c'e' un bando in corso, noi stiamo alle comunicazioni ufficiali, come è giusto faccia chi ha responsabilità istituzionali". Ma non a caso Lombardo e Barigazzi chiedono un "incontro in tempi brevi al Prefetto per le necessarie verifiche su tempi e modi di gestione dell'hub di via Mattei".

Scettiche, comunque, le coop. La riapertura "se ci sarà non è a breve, perché i lavori hanno comunque dei tempi", dice ancora Ferrero. 

Potrebbe Interessarti

  • Tempesta di vento nel Bolognese\VIDEO

  • Sgombero Xm24, barricate agli ingressi: la polizia usa la ruspa | VIDEO

  • Incidente A14: "Ci siamo chiusi dentro per la paura. Déjà vu incredibile" | VIDEO

  • Sgombero XM24, attivisti esultano: "Restiamo in Bolognina" | VIDEO

Torna su
BolognaToday è in caricamento