Torna a casa ubriaco e picchia la moglie incinta: arrestato

I litigi in famiglia erano frequenti, ma questa notte il marito è andato oltre

I litigi in famiglia erano frequenti, ma questa notte, il marito, cittadino romeno di 40 anni, è andato oltre ed è stato arrestato. I vicini di casa hanno chiamato il 112 alle 4: l'uomo, di professione operaio, è tornato a casa ubriaco e ha picchiato la moglie, cittadina ucraina di 41 anni, incinta. I Carabinieri di Molinella sono arrivati in un appartamento della "bassa bolognese", dove la coppia risiede e hanno allertato il 118 che ha trasportato la donna al Pronto Soccorso: ne avrà per 8 giorni per le contusioni riportate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 40enne, regolare sul territorio con qualche precedente, ha perso ulteriormente la testa quando ha visto i militari, così è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Il processo per direttissima è previsto per la giornata di oggi.

Botte alla moglie mentre la bimba è in casa, in manette 36enne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: lo spettacolo il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento