Caos Gatwick: cento passeggeri al Marconi non trovano i bagagli

Lo scalo londinese è rimasto chiuso per oltre 24 ore a causa della presenza di droni. A farne le spese anche i passeggeri del volo Ryanair

Droni nella zona di atterraggio all'aeroporto di Gatwick, a Londra, il 21 dicembre. Lo scalo è rimasto chiuso per oltre 24 ore. A farne le spese anche i passeggieri diretti a Bologna da Stansed, aeroporto secondario che ha dovuto smaltire file e ritardi. Sta di fatto che un centinaio di persone che avevavo imbarcato i bagagli su un volo Ryanair, all'arrivo non hanno trovato nulla sul nastro trasportatore. L'aereo è partito con la stiva vuota, quindi le valige sono rimaste nella capitale britannica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La nostra pista è aperta e miriamo a eseguire un programma completo questo fine settimana - si legge sul sito dell'aeroporto  che prevede anche - alcuni ritardi e cancellazioni - consigliando di verificare con la propria compagnia aerea prima di recarsi in aeroporto". Un black-out che ha fermato 120mila persone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento