Maltempo, Reno rompe gli argini: in campo l'Esercito per riparazione

La stima parla di 2,5 milioni di metri cubi riversati nelle campagne

IMMAGINE REPERTORIO

Chiudere la breccia sull'argine del fiume, tra Castel Maggiore e Argelato. Già dalle prossime ore il genio dell'esercito sarà sul posto per cercare di ripristinare l'argine danneggiato dall'esondazione del fiume Reno di sabato pomeriggio, un fronte di 50 metri per due di altezza dell'argine. Per tamponare la 'ferita' saranno probabilmente predisposti dei cosiddetti 'massi ciclopici', in attesa della sistemazione definitiva.

Intanto la stima della Protezione civile valuta che in cinque ore di fuoriuscita delle acque si sono raggiunti circa 1,5-2 milioni di metri cubi di acqua, con una portata di 80 metri cubi al secondo.

Su richiesta della Prefettura di Bologna, le forze armate hanno messo a disposizione quattro autocarri a cassone ribaltabile, due complessi di traino con escavatori cingolati e una torre d'illuminazione, assieme a una ventina di militari.

Maltempo Bologna: Reno esonda: allagamenti, sfollati e strade chiuse

Maltempo, fiume straripa e investe residenti e Carabinieri: interviene l'elicottero

Meteo, allerta rossa della Protezione civile per piene fiumi e frane

Castelmaggiore: il fiume rompe gli argini| VIDEO

Fiume Reno straripa: strade inondate, persone evacuate

Meteo, fiume Reno in piena esonda a Vergato: strada chiusa e invasa dal fango

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento