Maltempo, oltre 200 milioni euro di danni: Bonaccini chiede lo stato di emergenza

Dal 2 al 20 novembre sono state diramate 17 allerte e i Vigili del fuoco hanno effettuato circa 800 interventi

Oltre 202 milioni di euro di danni al patrimonio pubblico, di cui 45 milioni solo per i soccorsi e gli interventi urgenti di messa in sicurezza. Questo il bilancio dell'ultima ondata di maltempo che ha colpito l'Emilia-Romagna negli ultimi giorni, compresa l'esondazione dell'Idice a Budrio.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato e inviato questa mattina la richiesta dello stato di emergenza nazionale al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al capo dipartimento della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli.

Si tratta di una stima indicativa "visto che la ricognizione prosegue e che per oggi la Protezione civile regionale ha diramato una nuova allerta rossa per il transito della piena del fiume Po e gialla per il rischio di frane nelle vallate parmensi e piacentine e per le mareggiate sul litorale ferrarese", come si spiega nella nota.

 "Sono gia' in corso interventi urgenti per un valore di oltre 15 milioni - fa sapere l'assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo - ci aspettiamo che venga riconosciuto lo stato di emergenza di rilievo nazionale con le risorse necessarie a far fronte ai danni pubblici, privati e delle nostre imprese".

"L'Italia frana, abbiamo progetti per 100 milioni di euro": l'appello al Governo di Bonaccini 

"Anche questa volta abbiamo voluto essere vicini alle persone e alle comunità colpite - afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - affrontando l'emergenza e riducendo per quanto più possibile i disagi a cittadini e imprese". Anche la "conta dei danni svolta in tempi rapidissimi ci permette già di inviare la richiesta di stato di emergenza e quindi di avviare le procedure che dovranno portare al risarcimento di tutti i danni, pubblici e privati, di cittadini, aziende e attività economiche.

Chiedo quindi alatti vita Governo altrettanta rapidità, per una risposta dovuta a chiunque sia stato colpito. Sapendo che la Regione, come gia' avvenuto in passato, farà la sua parte in prima persona anche sul fronte dei risarcimenti".

Le allerte di novembre

Dal 2 al 20 novembre sono state diramate 17 allerte in Emilia-Romagna: 4 di livello rosso, 5 arancione e 8 giallo per criticità idraulica, idrogeologica, per temporali, vento, neve, stato del mare e delle coste. I Vigili del fuoco hanno effettuato circa 800 interventi e sono state impegnate 450 squadre di organizzazioni di volontariato. (dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento