Massaggi con finale hard, chiusi centri "olistici": due arresti

A finire in manette sono stati due imprenditori, titolari di altrettanti centri, già noti alle forze di Polizia

"Mssaggi tantrici o olistici" ma, dietro la versione ufficiale si nascondeva un vasto giro di prostituzione. A scoprire cosa si nascondeva dietro le vetrine di due centri a Borgo Santa Maria di Pesaro e a Rimini sono stati gli inquirenti della squadra Mobile della Questura di Pesaro che, nell'ambito dell'operazione Happy ending, hanno arrestato i due titolari e messo sotto sigilli le attività. Lo riferisce Rimini Today. 

A finire in manette, colpiti da un'ordinanza di custodia cautelare, sono stati i due titolari delle attività: un 51enne di Milano ma residente a Pesaro e un 39enne di Bologna, residente nel riminese. Per loro l’accusa è di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Secondo quanto emerso, le ragazze erano specializzate in massaggi in topless e finale con prestazioni sessuali ed erano richiestissime da imprenditori, professionisti e benestanti. Prezzi non certo popolari, quelli praticati nei due centri, con tariffe che partivano dai 200 euro in su e che, ogni giorno portavano ogni ragazza a produrre incassi per 1000-1500 euro facendo ipotizzare agli inquirenti un giro d'affari da oltre 40mila euro al mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento