Addio 'Cev', Prodi: 'Quanta gente e affetto, se avesse pensato a questo'

Flusso continuo di volti noti e non alla camera ardente. Fiori, messaggi d'affetto e una maglia rossoblu sul feretro, lasciata dai calciatori del Bologna, che domenica prometto un degno omaggio dal campo

I calciatori del Bologna alla camera ardente

Flusso continuo di volti noti e cittadini comuni alla camera ardente allestita per Maurizio Cevenini presso la sala Rossa del Comune.

Fiori, messaggi d'affetto e una maglia rossoblu sul feretro, lasciata dai calciatori del Bologna, tra i primi oggi a rendere omaggio al loro tifoso affezionato. Affetto ricambiato dal club, che si è presentato in formazione completa, compreso il presidente Albano Guaraldi. Da parte loro un pensiero speciale per il consigliere: una casacca numero cinque, quella che utilizzava per giocare nelle sfide tra consiglieri comunali che organizzava spesso. "Sono cambiati tantissimi presidenti. Tanti allenatori e tanti compagni. Ma lui c'é sempre stato, ci è stato vicino in tutte le occasioni", l'ha ricordato il capitano Marco Di Vaio: "Purtroppo ora non c'é più - ha aggiunto - ma rimarrà sempre la sua figura. Rappresentava il bolognese, era una persona molto umana. Domenica cercheremo di ricordarlo nel modo migliore possibile". Una rappresentanza del Bologna sarà presente anche domani ai funerali.

Tra i volti noti anche il comico Giuseppe Giacobazzi, con cui il Cev aveva 'duettato' sul palco. Poi la politica tutta, consiglieri, assessori, sindaci di ieri e di oggi, da Virginio Merola a Sergio Cofferati e Romano Prodi. Quest'ultimo, dopo aver fatto le condoglianze ai familiari di Cevenini, tra la commozione si è lasciato andare: "Quanta gente, quanti amici, che affetto. Se avesse pensato a quanto affetto aveva...".

FUNERALI. La camera ardente resterà aperta venerdì 11 maggio fino alle 23 e sabato 12 maggio dalle 7 alle 9. Alla chiusura il feretro sarà trasferito in Sala d'Ercole dove, alle ore 9.30, avverrà la commemorazione ufficiale tenuta dal Sindaco di Bologna, Virginio Merola. Alle ore 11 nella Basilica di San Francesco cerimonia religiosa. Proclamato per la giornata di sabato 12 maggio 2012 il lutto cittadino che si manifesterà attraverso i rintocchi della campana dell'Arengo in concomitanza con la partenza del feretro dal Palazzo Comunale.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

Torna su
BolognaToday è in caricamento