Meraville, furti a catena nei negozi: donna in manette

il 113 è stato allertato venerdì dai gestori dell'Upim che l'avevano sorpresa a rubare, ma aveva già agito in altri negozi

Quando il vigilante le ha chiesto di aprire la borsa e mostrare lo scontrino, ha reagito con violenza, lo ha spintonata ed è fuggita. Dopo varie peripezie in zona Meraville, il quartiere commerciale in via Tito Carnacini, una bolognese di 49 anni è stata arrestata: dovrà rispondere del reato di rapina impropria e ha rimediato anche una denuncia per furto aggravato e continuato. 

Il 113 è stato allertato venerdì dai gestori del negozio Upim che l'avevano sorpresa, ma lei è riuscita a divincolarsi e a fuggire verso via Frati, ha gettato una borsa a terra e si è intrufolata dentro un palazzo, questa volta però è stata bloccata dagli agenti. 

La donna aveva "visitato" già altri due esercizi commerciali: Alcott e Pizza Italia, per una refurtiva totale di circa 200 euro. Pluripregiudicata e con diversi precedenti per furto, è finita in manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Truffa dei bancomat, continua il raggiro del 'finto accredito'

  • Pizza Awards: anche una bolognese premiata agli Oscar della pizza

  • Pene rotto sul set di un film porno. Siffredi "Punture per 'durare' solo sotto tutela medica"

Torna su
BolognaToday è in caricamento