Mercatino Via Albani, il cantiere mai nato: "Cosa c'è dietro la staccionata?'

Una lunga "barriera" in legno delimita l'area di proprietà Acer: destinaa a un cantiere, ma i lavori dal 1998 non sono mai partiti. I commercianti del mercatino di via Albani: 'Noi penalizzati'

Una "barriera" in legno che delimita un'enorme area che avrebbe dovuto ospitare un cantiere. Ma i lavori non sono mai partiti, è stata solo scavata la "buca".

"E' così dal 1998" dice a Bologna Today Domenico De Stasio, portavoce dei commercianti del Mercato rionale di Via Albani "il terreno è di propieta Acer, sono passate diverse imprese che hanno scavato, poi non hanno mai portato a termine i lavori". E in effetti la recinzione mortifica la via da tempo, tanto da essere diventata ormai una telenovela dal titolo "Cosa c'è dietro la staccionata?".

"La crisi e la grande distribuzione ormai penalizzano anche i mercati, noi operatori abbiamo dovuto acquistare e accatastare i chioschi, quindi vorremmo valorizzare questa area" continua De Stasio. E' sparita anche l'insegna del mercatino: "Abbiamo molte spese, ultimamente si è rotta una tubatura e non è chiaro a chi spetti la riparazione, visto che questa è area mercatale, quindi per risparmiare l'abbiamo tolta. Senza considerare, la chiusura di via Carracci, la soppressione della fermata dell'autobus in via Nicolò dall'Arca e l'eliminazione di molti parcheggi, quindi è chiaro che poi le persone preferiscano recarsi negli ipermercati e si perde lo spirito del mercatino".

COSA CHIEDONO I COMMERCIANTI? Tante idee per rivitalizzare le vie della Bolognina: "Questa è già un quartiere problematico, gente poco raccomandabile entra ed esce a piacere dall'are del cantiere, invece noi a settembre vogliamo fare una festa e vorremo presentarci nel migliore dei modi. Se non è possibile risolvere alla radice il problema, basterebbe far arretrare la staccionata, così da rendere più agibile la via, ridipingere i bagni, tenere più pulita l'area del mercato, servizio di spettanza Hera".

Si parla di un incontro a breve per trattare la faccenda: "Il quartiere chiede da tempo ad Acer di contenere l'area del cantiere, ma ogni operazione costa, e adesso la ditta è in difficoltà - ci dice il presidente del quartiere Navile Daniele Ara "noi insisteremo nei prossimi giorni . Ultima parola però spetta proprio ad Acer. Con il mercatino stiamo lavorando per valorizzarlo, ci aspettiamo anche da loro idee e proposte. Siamo sulla strada giusta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Incidente, scontro frontale a Castel Guelfo: 24enne grave al Maggiore

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento