Cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano: ok del consiglio comunale

Approvata la proposta del consigliere PD Francesco Errani

"Oggi il Consiglio comunale di Bologna ha approvato la mia proposta di conferire la cittadinanza onoraria della città di Bologna a Mimmo Lucano, sindaco di Riace". L'annuncio sui social dal consigliere comunale PD Francesco Errani.

Lucano è stato arrestato (ai domiciliari) il 2 ottobre per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e affidamento fraudolento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti a due cooperative. Il 17 ottobre, libero dagli arresti, ha dovuto lasciare il paese simbolo dell'accoglieza a migranti e rifugiati, a causa di un divieto di dimora deciso dal Tribunale del Riesame di Reggio Calabria. 

Per Errani, Mimmo Lucano "e simbolo di un’esperienza che ha dimostrato come le migrazioni possano essere una risorsa per il rilancio e la rinascita delle comunità locali. Possiamo trasformare la solidarietà in qualcosa di concreto, con un gesto civile di grande importanza.  Non solo Riace, anche Bologna è una città solidale che resiste". 

PRESIDIO PER MIMMO LUCANO A BOLOGNA!VIDEO 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente a Ozzano: auto cappotta e finisce in bilico su un bidone

  • Attualità

    Botteghe che hanno fatto la storia di Bologna: "Qui si faceva la barba Carducci"

  • Cronaca

    Film 'Mio fratello rincorre i dinosauri': set a Pieve di Cento, modifiche alla viabilità

  • Cronaca

    Incidente mortale Giacomo Venturi: 'Fu omicidio colposo', arriva la condanna

I più letti della settimana

  • Jessica, Miss escort 2018: “Così ho scelto di fare questo mestiere”

  • Atterraggio d'emergenza al Marconi: i voli cancellati

  • Atterraggio di emergenza al Marconi: aeroporto chiuso

  • Lavoro, l'Aeroporto Marconi cerca addetti alla sicurezza

  • 28enne morto in casa in via Zamboni: indagano i Carabinieri

  • Arcoveggio, trovato morto con la gola squarciata: si indaga ancora

Torna su
BolognaToday è in caricamento