51enne trovato cadavere in A1: per gli inquirenti non era solo

L'autopsia ha stabilito che il decesso della guardia giurata sarebbe avvenuto per arresto cardio-circolatorio, ma in quell'area di sosta c'era qualcuno

L'autopsia ha stabilito che il decesso di Angelo Gabriele Scalea, la guardia giurata 51enne trovata morta in un'area di sosta sulla A1, nel territorio di CAstelfranco Emilia, sarebbe avvenuto per arresto cardio-circolatorio e che la ferita alla testa potrebbe non aver causato la morte perchè troppo superficiale.

Il fascicolo in Procura è stato aperto per omicidio contro ignoti. La TAC aveva già escluso le fratture craniche, quindi gli inquirenti, tra le varie ipotesi, potrebbero prendere in considerazione anche quella di un malore, ma rimangono convinti che in quell'area di sosta insieme a Scalea ci fosse qualcuno che poi si è allontanato facendo perdere le tracce.

Il procuratore capo di Modena Paolo Giovagnoli, parlando all'agenzia Ansa, ha riferito che "non si può parlare con certezza assoluta di omicidio volontario" e che "potrebbe anche essere ipotizzata una caduta accidentale dall'alto, quindi presumibilmente dalla cabina di un camion".

Potrebbe interessarti

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Nuove tariffe bus Tper: il biglietto passa a 1 euro e 50, il citypass aumenta di 2 euro

  • Downburst: un fenomeno pericoloso e sempre più frequente

  • Casa: 6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

I più letti della settimana

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Sciopero nazionale trasporti 24 e 26 luglio: stop bus, treni e aerei

  • Morta a 29 anni dopo incidente a Londra, raccolta fondi per la famiglia

  • Incendio alla Coop di Sasso Marconi: appiccato il fuoco in quattro punti diversi

  • Allerta meteo, arriva incursione fredda: rischio temporali e grandine

  • Incidente fatale: scontro tra auto, morto un 20enne

Torna su
BolognaToday è in caricamento