Cadavere nel Reno, autopsia conferma morte per annegamento

L'uomo era stato trovato sabato pomeriggio: era nudo e i suoi vestiti rinvenuti lungo l'argine del fiume. Dopo l'autopsia, le ipotesi più accreditate sono il suicidio o la "bravata" finita in tragedia 

E' morto per annegamento il 55enne italiano trovato cadavere sabato pomeriggio nel Reno, all'altezza della Croce di Casalecchio. Al momento del ritrovamento era nudo e i suoi vestiti sono stati rinvenuti lungo l'argine del fiume. 

Come rende noto la Procura, l'autopsia eseguita nella giornata di ieri ha rilevato la presenza di liquido nello stomaco dell'uomo, a conferma che era ancora vivo quando è entrato in acqua. Sul corpo non sono stati rincvenuti segni di violenza. 

I familiari e chi lo conosceva bene escludono che il 55enne possa essersi tolto la vita, perchè, da quanto riferiscono, non avrebbe mai manifestato simili intenzioni, nè ci sarebbero state particolari problematiche o malesseri. Secondo gli inquirenti le ipotesi più accreditate sono il suicidio o la "bravata" finita in tragedia.  Il corpo è stato rinvenuto dopo che i familiari della vittima avevano lanciato l'allarme, non vedendolo rincasare. Da quanto ricostruito, l'uomo aveva trascorso la serata di venerdì a cena fuori con un gruppo di amici e al termine della cena si erano salutati normalmente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Cade dalle scale mentre scende dalla Torre Asinelli: soccorsi sul posto

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Lutto in città, se ne va la mitica 'Agnese delle cocomere'

Torna su
BolognaToday è in caricamento