Ritrovato cadavere il canoista bolognese disperso in mare: l'autopsia dopo le feste

Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani ha disposto l'autopsia

Foto archivio

E' avvenuto ieri il tragico riconoscimento dei familiari del canoista bolognese scomparso in mare a largo di Cesenatico agli inizi di dicembre. ll corpo trovato in mare due giorni fa al largo di Ortona (CH) è stato recuperato a 40 miglia dalla costa da una motovedetta della Capitaneria di Porto, in seguito alla segnalazione giunta dall'equipaggio di un peschereccio di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). Lo riferisce Chieti Today.

Domenica mattina, i familiari del 45enne emiliano sono arrivati all'obitorio di Chieti e hanno identificato il loro congiunto. Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani ha disposto l'autopsia, che verrà eseguita il 27 dicembre. Il 7 dicembre, due giorni dopo la sua scomparsa, era stata ritrovata la canoa
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso incendio a Casalecchio, palazzo a fuoco: aria irrespirabile, residenti barricati in casa

  • Sciopero generale il 25 ottobre: a rischio bus e treni Tper

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Cisterna di ossigeno in avaria, perdita di gasolio in A14: traffico bloccato e vigili del fuoco sul posto

  • Investimento mortale sulla Bologna-Verona, circolazione treni sospesa

  • Bambini "schedati" a Pianoro, la Lega: "Dati sensibili alla mercé di tutti"

Torna su
BolognaToday è in caricamento