Movida via Belvedere e Mercato delle Erbe: in cerca di soluzione

L'assessore Matteo Lepore ha incontrato gli osti dopo l'ordinanza che impone la chiusura a mezzanotte. Nei prossimi giorni una serie di proposte all'amministrazione "per superare l'ordinanza"

Il Comune di Bologna prova a trovare una quadra per risolvere l'impasse di via Belvedere. Oggi l'assessore al Turismo, Matteo Lepore, ha incontrato gli osti del Mercato delle erbe per cercare una soluzione che consenta ai locali di riprendere la normale attivita' (oggi un'ordinanza impone la chiusura a mezzanotte) senza che questa arrechi disturbo ai residenti. "Il punto, secondo l'amministrazione, e' che c'e' troppa gente fuori. Bisogna limitare la presenza delle persone all'esterno dei locali", riferisce il presidente di Confesercenti, Massimo Zucchini, al termine del faccia a faccia.

Con questo obiettivo gli osti cercheranno di mettere a punto nei prossimi giorni una serie di proposte all'amministrazione "per superare l'ordinanza". Insomma, tira le somme Zucchini, "siamo in piena trattativa". Nel corso dell'incontro di ieri con i gestori, Lepore ha spiegato le ragioni che hanno portato all'emanazione dell'ordinanza, dall'esposto in Procura alle rilevazioni dell 'Arpa che documentano il superamento dei limiti di rumore consentiti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In realta'- spiegava Zucchini questa mattina a margine dell'inaugurazione della Borsa del turismo delle cento citta' d'arte- la stessa Arpa ha constatato che in via Belvedere non c'e' un problema di schiamazzi notturni. C'e' solo tanta gente in strada che chiacchiera". Per questo, spera si possa trovare una soluzione ragionevole. "Via Belvedere non e' un problema della citta', come potrebbero esserlo via Petroni o la Montagnola, che e' in condizioni disperate. Bisogna pensare a com'era prima e com'e' adesso", riflette il numero uno di Confesercenti. "Spero che questa vicenda vada a finire in un modo logico, trovando un equilibrio tra le esigenze delle attivita' commerciali e quelle dei residenti", conclude Zucchini. (Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento