Addio all’ex consigliere Araldo Tolomelli, per lui il cordoglio della politica

Dirigente delle organizzazioni combattentistiche, capogruppo del PCI e Senatore della Repubblica: se ne va un "esempio di alta politica, quale strumento per affermare democrazia e giustizia sociale"

Si è spento Araldo Tolomelli, partigiano di primo piano, dirigente politico, dirigente delle organizzazioni combattentistiche, consigliere comunale di Bologna, capogruppo del PCI e Senatore della Repubblica: queste sono le tappe di un lungo corso di impegno. In lutto il mondo politico cittadino. Per la morte di Tomanelli esprime il suo cordoglio il centrosinistra – attraverso una nota ufficilae di Raffaele Donini, segretario del Partito Democratico di Bologna, “Araldo Tolomelli era uomo del popolo, capace di ascoltare e confrontarsi con personalità e cittadini di ogni provenienza. In ogni passo della sua lunga vita Aroldo - lo chiamavamo così - ha lasciato un’impronta di serietà e di intelligenza. “Ma nel momento triste del distacco, continua Donini, il ricordo più forte è quello del suo sorriso umanissimo, della sua proverbiale affettuosità. L'attenzione alla pace, che, lui combattente per la libertà, non ha dimenticato un solo giorno, era profondamente legata al suo animo pieno di umanità e dolcezza”.

Sulla scomparsa di Tolomelli arriva un comunicato anche da parte del Pdl. Scrive De Maria “autorevole esponente delle istituzioni, Tolomelli ha dedicato la propria vita all’impegno politico e civile, con passione, rigore e senso dello Stato. Protagonista della lotta di liberazione e poi della vita democratica di Bologna e del Paese, tanto ha dato alla nostra comunità, con spirito di servizio e disinteresse”. “Un esempio, il suo, di un’idea alta della politica, quale strumento per affermare valori di democrazia e giustizia sociale, di grande attualità e di grande significato, oggi più che mai”, questo il monito di De Maria.

La presidente della Provincia Beatrice Draghetti esprime il cordoglio dell'Amministrazione per la morte di "al Fangen",“Ci lascia – afferma Draghetti - un'altra persona che ha dedicato la propria vita, dopo aver contribuito alla nascita della Repubblica, alla
politica e alle istituzioni. Un uomo che è stato e continuerà ad essere un punto di riferimento per tanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento