Lasagne e ragù mal conservati: Nas stacca maxi-multa a noto ristorante del centro storico

Gli alimenti artigianali non erano scaduti ma conservati senza corretta etichettatura e amassati l'uno sull'altro. Sigilli anche a ravioli, gnocchi e crostate

Circa 200 kg di alimenti artigianali tra ragu, lasagne, ravioli, gnocchi e crostate, sono stati sequestrati dai Nas di Bologna, alla fine di una ispezione in un noto ristorante del centro storico, nella zona tra piazza Malpighi e via Ugo Bassi. La merce, per un valore di circa 5mila euro, non risultava né scaduta né adulterata, ma non conservata nel modo previsto dalla normativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ragu e lasagne erano conservati ammassati le une sugli altri in frigo a pozzetto, il tutto senza nessuna marcatura di riferimento né di provenienza. Al termine dell'accertamento è stato elevato un verbale da 5600 euro, a carico del titolare, un cittadino russo di 35 anni. La violazione è addebitata per omissione di applicazione di procedure di autocontrollo, rintracciabilità del prodotto e indicazione obbligatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento