Navile: pesci e polli non tracciati, i vigili sequestrano 30 kg di cibo

Un negozio di vendita al dettaglio è stato perquisito dalla Polizia Municipale. Il titolare è stato multato per 3mila euro

Oltre trenta chili di alimenti non in regola sono stati sequestrati ieri pomeriggio dai vigili del reparto di Polizia Commerciale della Polizia Municipale di Bologna nell'ambito degli interventi di tutela dei consumatori.

Il cibo, privo di etichette, era in vendita in un esercizio di vicinato gestito da un cittadino nigeriano di 37 anni nel Quartiere Navile, sanzionato per un importo di oltre 3mila euro.

Gli agenti tenevano d'occhio il negozio da un po' e ieri pomeriggio hanno deciso di intervenire: durante il controllo hanno riscontrato la presenza di numerosi alimenti in vendita privi delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana.

Sotto sequestro sono finiti 48 pesci, 8 polli, 18 confezioni di verdure e 32 pacchi di pasta condita disidratata per un totale di oltre 30 chili di alimenti tra surgelati e conservati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento