Negozi in Bolognina: latte avariato e lavoratori in nero, multe per 21mila euro

Carabineiri della Stazione Navile e dei NAS ancora in servizio di controllo dei locali pubblici

Carabinieri della Stazione Navile e dei NAS ancora in servizio di controllo dei locali pubblici della “Bolognina”: all’interno di un bar gestito da un cittadino etiope, sono state trovate bottiglie di latte avariato e un salume sprovvisto dell’etichetta necessaria per la “tracciabilità”, mentre in un supermercato appartenente a un cittadino cinese, gravato da precedenti di polizia, oltre ad alcuni illeciti amministrativi previsti dal Decreto Legislativo “27 gennaio 1992, n. 109” (Attuazione delle direttive (CEE) n. 395/89 e (CEE) n. 396/89, concernenti l’etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari), è stato individuato anche un dipendente che lavorava “in nero”. Al termine del servizio, sono state elevate sanzioni per un totale di 21.000 euro.

L'operazione è stata condotta con gli agenti del Reparto Polizia Amministrativa del Comando di Polizia Municipale e il personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Negli ultimi dieci giorni i controlli, i militari hanno battuto la zona e sequestrato prodotti scaduti, anche da anni, irregolari e di dubbia provenienza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Bimbo di 2 anni resta chiuso in auto: passante spacca il vetro

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento