Neve a Bologna, 'Non era prevista in pianura': dagli alberi caduti ai disagi ai treni e al traffico

Treni sospesi sulla Bologna Porretta, in autostrada mezzi pesanti fatti accostare. Diversi gli alberi caduti in città dal peso dei fiocchi, traffico congestionato e code

Alberi caduti, traffico in tilt, incidenti in autostrada, treni a singhiozzo. La neve è scesa anche a valle, e anche la macchina amministrativa è stata colta in contropiede. Sarebbe questa la natura dei disagi che questa precoce nevicata sul territorio metropolitano (non nevicava così presto dal 1980) sta causando alla circolazione stradale. 

Ora i fiocchi si sono arrestati, ma su Bologna e Imola sono caduti in poche ore dai 10 ai 20 cm di neve, almeno nel tratto urbano. Più critica la situazione in provincia. Ma se sull'appennino la coltre bianca era ampiamente attesa, nessuno si aspettava il suo arrivo anche in pianura, dove intorno a mezzogiorno lo scenario era da feste natalizie. Secondo Arpae, la neve sarebbe dovuta cadere a Bologna solo sopra i 400 metri di altezza. 

"Non ha certo aiutato", spiega l'assessore comunale Riccardo Malagoli, che a metà giornata fa il punto della situazione davanti a taccuini e telecamere. "E' una neve che non era prevista- premette l'assessore- Tutte le allerte prevedevano pioggia mista neve in città e neve in collina, ma avevamo già allertato tutte le squadre che hanno iniziato dalla collina a spargere sale. 
Difficoltà si sono registrate ad esempio nella zona di porta San Donato per via dello sgombero del collettivo Crash dalla ex Veneta: alla neve si sono aggiunte alcune strade chiuse. 

Per i prossimi due giorni il bollettino Arpa di previsioni atmosferiche non segnala neve né in collina né in città. Piogge deboli solo nelle prime ore di martedì 14.

1) Alberi Caduti. Importante sembra essere la serie alberi e rami caduti: le fronde sono ancora per la maggior parte carichi delle foglie, e questo ha appesantito i rami fino a farli spezzare e cadere sulle strade. Al momento non risultano feriti, ma per un bilancio definitivo occorrerà aspettare la sera. Pesanti le ripercussioni sul traffico. Una cinquantina le telefonate arrivate alla Polizia Municipale per alberi caduti sulle strade. 

Aggiornamenti ore 18Caduti 55 cm di neve sulla Sp Lavino. Tutte le strade provinciali sono attualmente aperte. In diversi tratti – soprattutto in montagna – si segnalano rallentamenti a causa della caduta di alberi che, non avendo in molti casi ancora perso del tutto le foglie, cedono più facilmente sotto il peso della neve.

In alcuni tratti montani la neve è arrivata fino a 55 cm come, per esempio, sulla strada provinciale Lavino a Ca' Bortolani. Continuano a girare i 53 mezzi spazzaneve della Città metropolitana i mezzi per tenere libere le strade.
In pianura il traffico sulle provinciali rimane intenso ma la pioggia sta sciogliendo la neve e la situazione va quindi migliorando.

Difficoltà particolari alla circolazione in viale Pepoli, nei pressi di Porta Saragozza, dove verso le 12 due grandi alberi sono caduti bloccando il viale interno ed esterno, tranciando anche i cavi dell’alta tensione. L‘intervento per liberare il viale esterno si è protratto fino al pomeriggio, la viabilità è stata regolarmente ripristinata alle 16.20 circa. 90 operatori per fare fronte alle numerose richieste di pronto intervento. 

Numerosi anche gli interventi per la rimozione di rami e neve all’interno di plessi scolastici e giardini pubblici. Diverse squadre, in raccordo con BGS, sono attive per la salatura degli accessi alle scuole in modo da garantire la percorribilità dei camminamenti. 

2) Strade chiuse. In collina è stata chiusa via della Fratta per la caduta di un albero che ha provocato uno smottamento della strada. Via di Monte Donato è interrotta all’altezza del civico 19 per un albero in mezzo alla strada. Via Siepelunga è chiusa al transito dal civico 77. Chiusa al transito anche via Paleotto / via di Jola. 

Causa maltempo si sono verificati anche ritardi nel servizio di trasporto scolastico e nella consegna dei pasti alle scuole. Dal 14 al 17 novembre è inoltre sospeso il servizio di pulizia delle strade del centro storico.

Chiusura, a metà mattina, dei caselli autostradali di Castel San Pietro Terme, Imola e Faenza. Da segnalare che il casello di Imola dell’A14 è stato riaperto alle ore 17 al traffico delle auto ed alle ore 19 dei mezzi pesanti.

3) Spargisale e spazzaneve.. Mezzi spargisale e spazzaneve operativi in collina e in città. Piano Neve attivo per la prima nevicata. Gli operatori di Bologna Global Strade (BGS) la società che gestisce il Piano Neve e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade del Comune, dalle 8 di questa mattina hanno attivato i mezzi spargisale prima in collina poi in città, per preparare il manto stradale contro i fenomeni di ghiacciate che si sarebbero potute verificare a causa delle avverse condizioni atmosferiche. La forte nevicata, annunciata in collina ma arrivata anche in città con intensità superiore alle previsioni, ha poi reso indispensabile l’attivazione degli spazzaneve per liberare le strade innanzitutto in collina, dalle 11 di questa mattina. Visto l’accumulo della neve in strada le lame sono state attivate anche in città, dalle 13. 

4) Incidenti stradali. Avvenuti in viale Pepoli e viale Filopanti: due grossi rami sono caduti su vetture in transito, senza provocare feriti. 

5) Persone senza fissa dimora. Il Comune di Bologna ha messo a disposizione 12 posti in più nelle proprie strutture per stasera e domani, giornate nelle quali è previsto un brusco abbassamento della temperatura. “Il piano freddo normalmente parte il 1° dicembre e si stanno completando in queste settimane gli ultimi aspetti – spiega l'assessore a Sanità e Welfare Giuliano Barigazzi – a fronte di questa nevicata abbiamo però voluto ampliare subito l'offerta notturna rivolta in particolare alle persone più fragili conosciute dai nostri servizi”.

6) I Treni. Il traffico ferroviario fra Bologna e Porretta Terme è sospeso dalle 14.15. Attualmente ci sono 100 minuti di ritardo sulla Bologna-Pistoia, per la caduta di un albero sulla linea di alimentazione elettrica dei treni a Lama di Reno, provocata dalle avverse condizioni meteo che hanno interessando l’Emilia Romagna, Sul posto i tecnici di RFI.
Sulle linee Bologna-Prato/Rimini/Padova/Verona, e Bologna-Piacenza la linea convenzionale e nell’intero Nodo di Bologna la circolazione è rallentata fino a 100 minuti per le difficili condizioni meteo.

3) Autostrade. Sulla A14 Bologna-Taranto 3 km di coda tra Castel San Pietro ed Imola verso Ancona, e 6 km di coda tra il Bivio per la Diramazione per Ravenna e Castel San Pietro verso Bologna. Sempre sulla A14 è inoltre temporaneamente interdetto l'accesso a tutti i veicoli ai caselli di Imola, Faenza e Forlì. Ai soli veicoli leggeri che da da Bologna devono raggiungere Firenze si consiglia di percorrere la A1 Direttissima. Per agevolare l'azione dei mezzi antineve ci sono limitazioni alla circolazione dei mezzi pesanti (oltre le 7,5 tonnellate), con divieti alla circolazione e accumuli in carreggiata su A1, A13 e A14. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Vi lamentate tutti, mi lamento anche io da futuro cittadino Bolognese. Qualcuno mi deve spiegare perché sono decenni che Bologna viene data in mano ai caz dì sinistroidi comunisti e poi vi lamentate. Un po’ di bianco non guasta con tutti Negri in giro

  • Al collettivo crash è andata male di nuovo

  • Balle stratosferiche! Già da Sabato comparivano le scritte "prevista neve obbligatorio dotazioni invernali dal giorno 11"! Ma come al solito ci sarà chi crede a questi incapaci che continuano a deturpare Bologna in ogni maniera!!!

  • La scusa di Malagoli fa ridere afferma neve non prevista Aspettava una telefonata da Gentiloni o da Giove Pluvio ?? Tutti capaci di fare il suo mestiere in questa maniera, Ricordi che è retribuito riccamente con le nostre esose tasse non dagli indovini Se non sa fare il suo lavoro non accampi scusanti faccia come l'olio di ricino tolga il disturbo.

  • Non posso scrivere cosa penso di chi malamente amministra Bologna censurerebbero il mio scritto è però intuibile che scriverei quello che tutti i cittadini dicono. Amministrati da incapaci e inaffidabili

  • Merola e Malagoli non accampino scuse puerili Il famoso sbandierato e strapagato piano neve non ha come sempre funzionato chi paga chi sarà punito sempre solo i vostri sudditi e nessuno di voi si dimetterà????

  • Politici strapagati e nullafacenti peggio dei dilettanti allo sbaraglio ancora una volta hanno preso in giro i cittadini che hanno necessità di lavorare Sono settimane che pensano solo a FICO e agli affari loro .

  • porca di quella paletta! dicevano che al massimo doveva nevicare a San Luca...e gli spalaneve? li ho visti spuntare alle ore 16

  • Neve o no basta che piova e fate caso che i tombini intasati e mai puliti fanno refluire l'acqua in strada creando dei veri laghi .... Proprio oggi pomeriggio ho attraversato a porta lame da via pier crescenzi verso la piazza ed ho affondato la scarpa in quasi 10 cm d'acqua !!!

  • Scusate... è da sabato che sento le previsioni del tempo e dicono "neve in emilia anche a bassa quota". Prevenzione del comune, trasporti e viabilità ? zero meno

  • Avatar anonimo di maxbo
    maxbo

    Anche ora con 20-30 cm di neve in pianura:treni in ritardo o sostituiti da bus come se con il fondo innevato o ghiacciato,un mezzo su gomma fosse più sicuro di un mezzo come il treno con guida vincolata al binario.Se fosse come in Italia,i treni dall'Austria in su,non circolerebbero più nei mesi invernali.Per l'albero caduto sulla "Porrettana" RFI che gestisce le linee,dovrebbe preventivamente tagliare gli alberi troppo vicini alla linea.Ho visto un filmato con fronde di un albero,che coprivano parzialmente la visuale di un segnale luminoso ferroviario.

  • cavolo, avevano previsto neve!!, allora i mezzi spalaneve, dove erano stamattina!, le solite leggerezze di chi era preposto!!....

  • anche stavolta ci chiediamo se questa impennata di neve carica d acqua possa mettere in tilt strade , treni verso la montagna e tutto il resto . chi ha piu voglia i pulire i propri marciapiedi , il senso civico di noi tutti dove si è nascosto . ognuno nel suo piccolo faccia la propria parte piccola o grande che sia , e poche chiacchiere .

  • cavolo, e avevano detto, stade leggermente innevate!!,'mah porca boia, che giornalisti, bon da niente

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidenti, nel 2018 troppe vittime: i più colpiti gli over 50

  • Cronaca

    Tassista abusivo 'acciuffato' in via Stalingrado: 'Do un passaggio ai miei amici'

  • Cronaca

    Piove a 'Mondo creativo': secchi al soffitto, danni a stand e prodotti

  • Cronaca

    Stazione: fotografo derubato dell'attrezzatura, bottino ingente

I più letti della settimana

  • Meteo, temperatura giù: divieto di circolazione ai veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate

  • Incidente in via Emilia Ponente: 12enne investita dall'auto del calciatore Keita

  • "Aumento di 35 euro sulla bolletta della luce", la bufala su WhatsApp

  • Neve, Autostrade: "Evitare gli spostamenti domenica 25 febbraio'

  • Amianto nell'acqua, Aea denuncia: 'A Bologna positivi 4 campioni su 10'

  • Incidente a Molinella: frontale tra auto, ferito anche un neonato

Torna su
BolognaToday è in caricamento