Ecco il nuovo Stadio Dall'Ara: presentato il progetto del restyling

Sarà completamente al coperto e sul "tetto" una terrazza con vista

Finalmente svelato il progetto del nuovo Stadio Dall'Ara. Oggi, nel corso della una conferenza stampa, in diretta sui social, il presidente Joey Saputo ha spiegato in che cosa consiste il restyling dello stadio Dall'ara. 

 

(Foto rendering Bologna Fc)

Sarà completamente al coperto e il sul "tetto" una terrazza con vista. E poi gallerie, lounge, box, ristorante e caffetteria, senza però perdere la vocazione sportiva. Un impegno finanziario importante anche per il Comune che ha messo a budget 30 milioni. 

I lavori prenderanno il via nel 2020: la copertura sarà in alluminio e la capienza passerà dai 31mila a 27mila spettatori, mentre la tribuna stampa da 108 posti passerà a 90. Tutti i settori accessibili a disabili con 65 posti dedicati. Almeno 500 metri quadrati saranno riservati agli eventi. 

Il nuovo stadio | VIDEO

"Il punto da cui siamo partiti - ha spiegato l'architetto Gino Zavanella - è stato rimettere in luce la vecchia struttura del 1927, parzialmente nascosta dall’ampliamento installato per i Mondiali '90. La prima fila della Tribuna Bernardini passerà da 18 a 7,50 m di distanza dal terreno di gioco, così come la prima fila delle curve passerà da 43,50 a 7,50 metri di distanza. Per ora siamo in fase di valutazione, in attesa di realizzare il progetto definitivo".

Qui la conferenza stampa integrale 

Dai Prati di Caprara ai piedi di San Luca: 10 curiosità sullo stadio di Bologna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Esce di strada, l'auto finisce nel canale: c'è un morto

  • Ozzano, maxi rissa davanti a locale: spunta un coltello, quattro feriti

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento