Omicidio di Budrio, l'autopsia rileva tracce del killer sotto le unghie della vittima

L'esame autoptico è stato eseguito ieri, mentre le ricerche dell'assassino proseguono. A uccidere il barista della Riccardina un unico colpo letale

Nel corso dell'esame autoptico sul corpo di Davide Fabbri, il 52enne rimasto ucciso nel corso di una rapina finita male a Riccardina di Budrio, i Ris hanno repertato delle tracce organiche sotto le unghie della vittima, tracce che potrebbero essere dell'assassino. Il killer, come già noto, essendosi ferito nella colluttazione, avrebbe lasciato sulla scena del crimine anche diverse tracce di sangue. 

L'autopsia, eseguita nella giornata di ieri, ha confermato che a far perdere la vita a Fabbri è stato un solo colpo di pistola, che ha colpito il barista entrando dalla base del collo e uscendo dalla schiena con l'effetto della morte immediata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

Torna su
BolognaToday è in caricamento