Donna uccisa a Molinella, il sindaco Mantovani: 'Pessima prova di noi stessi'

Il primo cittadino chiede rispetto 'Vedo invece la curiosità morbosa, la voglia di parlare (spesso a vanvera) e la vanità nel vedersi inquadrati in mezzo secondo di telegiornale'

La vicenda di Liliana Bartolini, la 51enne morta durante un litigio con il marito Andrea Balboni la notte tra l'12 e il 13 aprile scorso, ha suscitato grande clamore. Se nelle prime ore si è cercato di mantenere il riserbo per tutelare il figlio adolescente, che era gita scolastica, in seguito i problemi della coppia sono venuti a galla. 

Miravalle di Molinella, luogo della tragedia, è una piccola frazione in cui tutti si conoscono e come confermato dagli stessi residenti ai cronisti  (VIDEO TESTIMONIANZE) si tratta di un luogo tranquillo "tutte case indipendenti e non abbiamo mai avuto problemi. In campagna è più facile essere una comunità". 

Ed è proprio ai suoi cittadini che si rivolge il sindaco di Molinella Dario Mantovani: "In questi giorni gravosi dovrebbero prevalere la prudenza, il riserbo, il buon gusto e buon ultimo: il rispetto - ha scritto questa mattina su Facebook - c'è una dignità grande e antica nel rispetto. Vedo invece la curiosità morbosa, la voglia di parlare (spesso a vanvera) e la vanità, che fredda gioiva, nel vedersi inquadrati in mezzo secondo di telegiornale" e in ultimo la severa riflessione "stiamo dando, come comunità, una pessima prova di noi stessi. Per favore, basta".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TUTELA DEL FIGLIO MINORE. "Bisognava assolutamente accogliere, proteggere e tutelare un bambino che, al ritorno gioioso dalla gita scolastica, si veniva a trovare in un incubo - ha dichiarato ieri il procuratore aggiunto Valter Giovannini, delegato ai rapporti con la stampa - è stato fondamentale l'intervento del Procuratore per i minorenni facente funzione Silvia Marzocchi che ha dato le opportune indicazioni ai servizi sociali". Solo dopo l'attivazione di tali misure di cautela e "non appena avuta la certezza che ciò era accaduto - ha aggiunto Giovannini - visto il grande clamore suscitato dalla vicenda, è stata fornita notizia dell'arresto del presunto omicida". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

Torna su
BolognaToday è in caricamento