Uccise la madre a coltellate, condannato dal tribunale a 16 anni

Arriva la prima sentenza per il 38enne che nell'ottobre 2016 inflisse venti coltellate alla madre allora 52enne. Riconosciuta la seminfermità

La sentenza di primo grado del Tribunale di Bologna ha condannato Mauro di Martino a 16 anni di reclusione per aver ucciso a coltellate la propria madre, Patrizia Gallo.

Il verdetto è stato pronunciato in sede di rito abbreviato dal Gup Rita Zaccariello. Per Di Martino, oggi 38enne, il pm Michela Guidi aveva chiesto 30 anni. Una perizia disposta dal gup ha riconosciuto in sede processuale la seminfermità mentale, dovuta anche a tre precedenti ricoveri per un disturbo borderline di personalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fu lo stesso Di Martino a chiamare il 113, ammettendo da subito di essere stato lui l'autore del gesto. Il legali dell'uomo hanno fatto sapere di stare aspettando le motivazioni della sentenza per decidere se ricorrere in appello. L'uomo è attualmente ristretto nel reparto seminfermi del carcere di Reggio Emilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento