Opera Marella in lutto: se ne va il Presidente Osvaldo Zocca

Lui stesso venne accolto quando rimase orfano di padre, così a speso la sua vita nella Città dei Ragazzi di San Lazzaro

E' morto ieri sera presso la sua abitazione di San Lazzaro di Savena, il Presidente della Fraternità Cristiana Opera Padre Marella Città dei Ragazzi, Osvaldo Zocca.  Con lui scompare un testimoni di don Olinto Marella.  
Le esequie verranno celebrate mercoledì 19 luglio alle ore 10.00 presso la Chiesa della Sacra Famiglia di via dei ciliegi, all’interno della Città dei Ragazzi di don Marella. 

Zocca stesso venne accolto e accudito dall'opera dopo essere rimasto orfano di padre e la madre non poteva mantenere lui e suo fratello. 

Nato a Bologna il 15 dicembre 1933, ha speso la sua vita nella Città dei Ragazzi di San Lazzaro, a testimonianza della carità cristiana dell’Opera. 

Così Osvaldo ricordava il primo incontro con don Marella “stavamo giocando a pallone… scalzi, con una palla fatta di stracci e sentii qualcuno dire «Il Padre! Il Padre!», si vedeva un’ombra nera in bicicletta lungo una strada dritta di campagna, un po’ polverosa… al che tutti i ragazzi gli corsero incontro. Padre Marella venne accolto dai suoi ragazzi festanti e li salutò uno ad uno”.
Nei suoi racconti Osvaldo diceva che da giovane non si rendeva conto di quanto il Padre facesse per ciascuno di loro. Quello che aveva capito era che padre Marella dava maggiori responsabilità ai ragazzi più difficili e scapestrati per responsabilizzarli e lui era uno di quelli. Quando alla morte di Padre Marella, nel testamento fu nominato dal Padre esecutore testamentario, ha sentito forte quanto padre Marella aveva investito su di lui e ha capito che avrebbe dovuto dedicare la sua vita alla causa dei poveri. Da allora non ha mai smesso, fino a ieri, di occuparsi  delle attività iniziate da padre Marella con la sua Opera.
Il cordoglio per la morte del Presidente Zocca è enorme all’interno della sua Opera e a lui vanno le preghiere e un profondo ringraziamento per lo straordinario operato da Presidente fin dal 1984.
“Da tutti era conosciuto per la sua integrità morale. Uomo semplice ma molto pratico e con maturata esperienza, dovuta soprattutto alla sua non facile vita. Osvaldo lascia un vuoto incolmabile per la sua testimonianza come fedele erede dello Spirito del Padre. Anche per chi continuerà a dirigere l'Opera, viene a mancare un pilastro portante del carisma del Fondatore” le parole del direttore Padre Gabriele Digani, erede di Padre Marella e amico di una vita, in questi lunghi anni affiancato da Osvaldo nel segno della fraternità cristiana di padre Marella.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento