Mercato delle Erbe e dintorni, scatta la nuova ordinanza: si chiude all'una

Domenica, lunedì e martedì si chiude a mezzanotte. Previste deroghe per i gestori collaborativi. L'ordinanza entra in vigore lunedì 24 giugno e sarà valida per 30 giorni

Da lunedì 24 giugno 2019 entrerà in vigore l’ordinanza che disciplina gli orari di apertura di tutte le tipologie di attività che si trovano nelle vie Belvedere, San Gervasio, Nazario Sauro e Parigi. L’ordinanza resterà valida per 30 giorni.

Si tratta del provvedimento del Comune di Bologna che durante i mesi estivi introduce limitazioni agli orari dei locali per garantire condizioni di vivibilità e la qualità del riposo dei residenti. "L’impianto resta simile a quello degli anni scorsi, visto che la regolamentazione degli orari ha avuto effetti positivi sulla zona, e quest’anno si allarga anche a via Parigi che si trova nello stesso contesto e ospita anch’essa molti locali particolarmente frequentati", si legge.

Gli orari di apertura
I pubblici esercizi dovranno cessare la somministrazione a mezzanotte nelle giornate di domenica, lunedì e martedì e aprire non prima delle 6 del giorno successivo. Nelle giornate di mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dovranno cessare la somministrazione all’una e riaprire non prima delle 6 del giorno successivo. Cessata la somministrazione, i locali dovranno chiudere entro un quarto d’ora.

Tutti i dehors delle strade interessate dall’ordinanza, indipendentemente dall’ubicazione del pubblico esercizio di pertinenza, nelle giornate di domenica, lunedì e martedì dovranno chiudere a mezzanotte e aprire non prima delle 6 del giorno successivo. Nelle giornate di mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dovranno chiudere la struttura all’una e riaprire non prima delle 6 del giorno successivo. 

Gli esercizi di vicinato dovranno chiudere alle 22 e riaprire non prima delle 6 del giorno successivo, tutti i giorni della settimana. 

Inoltre a partire da mezzanotte (la domenica, il lunedì e il martedì) e a partire dall’una (il mercoledì, giovedì, venerdì e sabato), i titolari dei pubblici esercizi che si trovano all’interno del Mercato delle Erbe devono vietare l’entrata e l’uscita dei clienti dall’ingresso di via Belvedere e far utilizzare invece gli ingressi e le uscite su via San Gervasio e via Ugo Bassi. 
 
Le deroghe
Potranno fruire di orari di apertura più ampi i pubblici esercizi che, per esempio, adottano misure idonee a evitare lo stazionamento dei clienti nelle immediate adiacenze del proprio locale e nelle scale del Mercato delle Erbe in via Belvedere; che garantiscano pulizia e decoro della propria attività; che non pubblicizzino offerte speciali di alcol e anzi informino sugli effetti dell’abuso di alcolici; che svolgano a proprie spese monitoraggi sull’inquinamento acustico; che segnalino la possibilità di usufruire dei servizi igienici del proprio locale a tutti, indipendentemente dal fatto che siano clienti o meno; che siano in regola con il pagamento dei tributi e dei canoni locali.

I pubblici esercizi che sottoscrivono questi impegni,  potranno somministrare fino alle 2 e riaprire non prima delle 6 del giorno successivo. Le deroghe valgono solo nelle giornate di venerdì e sabato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Maxi furto al bar: si finge acquirente e ruba 200mila euro di diamanti

  • Incidente sulla Statale: schianto tra auto, morta una donna

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

Torna su
BolognaToday è in caricamento