Bologna è del Toro: storia e oroscopo della città quartiere per quartiere

Il Centro Storico come cerchio zodiacale: cosa dicono gli astri sul futuro della Fiera, dei Quartieri e dell'economia? Tiziana Gherardini ha fatto l'oroscopo alla nostra città

E' possibile fare l'oroscopo anche a una città. A spiegarlo è Tiziana Ghirardini del Centro Astrologico (che ha studiato anche L'OROSCOPO 2014 SEGNO PER SEGNO), alla quale abbiamo chiesto per di fare le previsioni astrologiche per il 2014 felsineo: "Come fare l’oroscopo per la città di Bologna? Possiamo risalire alle origini etrusche di Bologna.  Questo popolo misterioso dapprima fonda la splendida Misa (l’attuale Marzabotto),  e da  qui inizia a commerciare con i villaggi e gli insediamenti vicini. La necessità di allargare lo spazio vitale e i propri interessi li spinge a scendere fino alla pianura villanoviana, mescolandosi ai residenti.  Si costituisce così il primo nucleo vitale di una nuova comunità che fu chiamata Felsina, cioè il paese del mercato".

L'ANNO DI FONDAZIONE E IL SEGNO ZODIACALE DI BOLOGNA. Le cronache indicano come anno di fondazione il 520 a.c., in un non meglio precisato giorno di primavera. Partendo dal presupposto citato da Stabili che Bologna nasce sotto il segno del Toro, abbiamo situato il compleanno ipotetico per il 3 di maggio. Secondo Tolomeo, famoso astronomo-astrologo, ogni località della terra è sottoposta ad un segno zodiacale che, imprimendo le sue caratteristiche al luogo stesso, ne connoterà in linea generale gli abitanti. Cecco D’Ascoli, mago astrologo del 1300 ed altri importanti studiosi, affermano che Bologna nasce sotto il segno del Toro e che il suo Ascendente è Sagittario.

Il Sagittario è legato al cibo, alla studio, all’Università, ai rapporti con l’estero, al guardare verso l’alto ed al colore rosso.
Come non vedere la perfetta connessione con il rosso dei nostri mattoni, con la città turrita, con la prima Università libera del mondo, con la maschera del Dottor Balanzone, con lasagne e tagliatelle al ragù?

IL LEGAME DELLA NOSTRA CITTA' CON L'ASTROLOGIA. Ma la relazione profonda di Bologna con l’astrologia non si ferma qui. Non solo la città ha ospitato  fino al 17° secolo una rinomatissima cattedra di astrologia, ma è con costruita in base a norme astrologiche. Infatti l’assetto del suo grande centro storico richiama alla mente un cerchio zodiacale. La pianta di Bologna è a forma radiale e dal suo cuore, Piazza Maggiore, si dipartono 12 strade che conducono alle sue 12 porte, di cui 10 ancora esistenti (2 furono demolite nel 1910). Dodici sono i segni zodiacali, come 12 sono le porte che, a distanze regolari,si  trovano lungo i viali: ogni porta richiama un segno zodiacale e ne riporta le caratteristiche.

PORTA SAN FELICE: ARIETE. Il primo e più naturale abbinamento è tra Porta San Felice ed il segno dell’Ariete.
L’Ariete, segno solare e marziano, ha connotazioni molto maschili, aggressive, militaresche. Da questa porta si  snoda l’antico decumano romano che si innesta sulla famosa Via Emilia, strada costruita dai Romani ed incessantemente percorsa fin dalle origini dalle Legioni Romane protese alla conquista del Nord. Nelle sue vicinanze si trovava fino a poche anni fa la Caserma Mameli, Fanteria Meccanizzata, e lungo il suo percorso si snoda una delle zone industriali più importanti della città.

PORTA SANT'ISAIA: TORO. Continueremo così con l’abbinamento tra Porta Sant’Isaia ed il segno del Toro, Porta Saragozza ed il segno dei Gemelli, Porta San Mamolo ed il segno del Cancro e così via seguendo lo schema zodiacale e la sequenza delle porte.

Potremo così abbinare ogni segno e le sue valenze ad ogni porta ed al quartiere-zona corrispondente. Ma la tecnica astrologica si arricchisce di un altro elemento. Se il Sagittario è all’Ascendente, segnando le principali caratteristiche della città,  il Capricorno, segno legato agli affari ed al comando, si troverà nella seconda casa,  col- legata alle risorse, e alla ricchezza.

Siamo a Porta Mascarella ed uscendo verso via Stalingrado arriviamo al cuore pulsante della Bologna economica: la Camera di Commercio ed  il Distretto fieristico. Ed ancora In Acquario, segno di tecnologia ed innovazione, troviamo la terza casa legata ali trasporti ed alla comunicazione. Vicino a Porta Galliera abbiamo la stazione ferroviaria, e proseguendo in linea d’aria l’aereoporto Marconi.

La città vive oramai da molti anni momenti difficili a livello astrologico. Il passaggio di Plutone sull’Acendente dalla fine degli anni '90 ne ha parzialmente offuscato l’immagine positiva e propulsiva. Il Sagittario è legato a Porta Zamboni ed a tutta la zona universitaria, divenuta famosa più per lo spaccio ed il degrado che per le performance dell’Università. A questo proposito l’entrata di Giove in Leone da metà luglio, potrà portare ossigeno e nuovo entusiasmo. L’area interessata positivamente è quella di Via Castiglione. Si possono intravedere soluzioni positive per il Teatro Duse.

LA ZONA DELLA FIERA: CHE DICE L'OROSCOPO? Dal 2009 Plutone si è spostato in Capricorno, legato come dicevamo sopra alla zona fieristica. E’ innegabile che la Fiera di Bologna (la seconda d’Italia dopo Milano) abbia subito un rallentamento  legato alla crisi dei settori trainanti dell’economia (meccanica ed edilizia). Ricordo solo il ridimensionamento di fiere importantissime come Saie e Cersaie e l’annullamento del Motorshow per il 2012. Resistono invece egregiamente le fiere che possono essere connesse al segno del Toro come il Cosmoprof (profumeria e cosmesi) la Children Books Fair (editoria per ragazzi), Linea Pelle e Music Italy Show. In linea con il Toro anche Pasta Trend e Cake Show, nonché il Sana, salone del biologico e del naturale. I tempi della ripresa sono lenti, ma certamente anche